Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Allerta neve, stop ai mezzi pesanti: l'ira degli autotrasportatori

Secondo la CNA, nonostante la perturbazine fosse stata annunciata da tempo, il divieto di circolazione ai tir è arrivato soltanto ieri, a pochissime ore dall'entrata in vigore. Molte strade vietate inoltre erano percorribili senza difficoltà

Tir fermi questa mattina nel piazzale del Cineplex a Pontedera

Proteste e sconcerto da parte delle imprese di autotrasporto pisane che sono state colpite senza preavviso dai divieti di circolazione. I Prefetti delle province toscane hanno risposto alla raccomandazione del Viminale sul fermo dei veicoli pesanti a causa dell’allerta neve, disponendo lo stop alla circolazione dalle 22 di ieri, domenica 10 febbraio, alle 22 di questa sera, in molti casi su tutta la rete stradale.

"Nonostante le previsioni metereologiche indicassero già dall’inizio della scorsa settimana l’arrivo della perturbazione - dicono dalla CNA Toscana - il provvedimento è stato adottato solo pochissime ore prima dell’entrata in vigore del divieto senza che le ordinanze prefettizie fossero omogenee nei contenuti, senza il coinvolgimento delle Associazioni che avrebbero contribuito ad una miglior diffusione dell’informazione, e senza tener conto del fatto che i mezzi pesanti hanno comunque a bordo le necessarie dotazioni invernali".

“Questo ha causato non pochi problemi di informazione - dichiara Franco Coppelli, presidente CNA Fita Toscana - inoltre numerose imprese di autotrasporto si sono trovate ad avere veicoli e autisti fermi a centinaia di chilometri dalla loro sede. E in molte province i prefetti hanno adottato l’ordinanza anche se le reali condizioni delle strade non avrebbero impedito la normale circolazione. E non si è neppure pensato a deroghe per il trasporto di alimenti freschi, quali latte e verdura, per il rifornimento di negozi e supermercati”.

“Siamo tutti fermi e non si riesce a lavorare neppure dove non c’è neve - commenta il presidente CNA Fita Toscana - questa non è prevenzione, è l’ennesimo colpo ad un settore che più di altri ha subito negli ultimi anni i colpi della crisi”.

Intanto però il prefetto Francesco Tagliente ha parzialmente modificato il suo decreto prefettizio di ieri sera con il quale disponeva la sospensione della circolazione dei mezzi di trasporto pesanti: i tir che trasportano merci deperibili, animali vivi e carburanti potranno circolare su tutta la rete viaria della provincia di Pisa.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta neve, stop ai mezzi pesanti: l'ira degli autotrasportatori

PisaToday è in caricamento