Furgoncini street food banditi nelle zone universitarie, l'assessore: "Pronto al confronto"

L'assessore Pesciatini sottolinea come la misura si sia resa necessaria per combattere il commercio abusivo in alcune zone della città

Il furgone della Pizzeria Papà Ninuccio Viaggiante

Un provvedimento per combattere il commercio abusivo e la violazione delle licenze di commercio itinerante. Questi in sostanza i motivi che hanno portato l'amministrazione comunale a emettere lo scorso giugno una delibera che estende il divieto di commercio itinerante in ulteriori aree pubbliche rispetto a quelle già previste dal Regolamento approvato dal Consiglio comunale di Pisa nel 2018.
Una estensione che ha sollevato le proteste di alcuni 'food truck', furgoncini di 'cibo da strada' che avevano negli studenti i loro clienti abituali e che ora non potranno più lavorare nelle zone universitarie come Le Piagge o l'area di Ingegneria.

Zone universitarie vietate: si alza la protesta

“La misura si è resa necessaria - spiega l’assessore al Commercio Paolo Pesciatini - anche dopo aver effettuato un percorso di concertazione con le associazioni di categoria, da un lato per contrastare il commercio abusivo, che in certe zone era particolarmente recrudescente, ma anche, dall’altro, perché queste forme di commercio, che sono itineranti, talvolta si erano trasformate in commercio a posto fisso, in violazione alle licenze di cui sono titolari”.

Al divieto vigente di commercio itinerante già previsto all’interno delle mura urbane nel centro storico, nel tratto litoraneo compreso tra la foce dell’Arno e Calambrone, a Tirrenia in Piazza Belvedere, Via Belvedere, Piazza dei Fiori, Via dei Fiori, si sono aggiunte altre aree come viale delle Piagge, via Andrea Pisano, via Giunta Pisano, Piazza Manin, via Cammeo, Largo Cocco Griffi, via Contessa Matilde, il parcheggio scambiatore di via Pietrasantina, via Lucchese e altre strade limitrofe.

“Nonostante il divieto fosse in vigore dal mese di giugno - conclude Pesciatini - solo lo scorso lunedì ho ricevuto richieste di chiarimenti da alcuni esercenti coinvolti dalla decisione della Giunta; nei prossimi giorni sono ovviamente disponibile a incontrarli poiché non mi sono mai sottratto al giusto e corretto confronto”.

Nella giornata di oggi, 26 settembre, diversi 'food truck' hanno intanto avviato una raccolta firme "per il diritto di scegliere dove mangiare" e contro "la delibera della Giunta che impedisce agli ambulanti l'accesso alle zona universitarie". La petizione è stata lanciata anche on line sulla  piattaforma change.org, raccogliendo in poche pore centinaia di firme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Lutto nella sezione Aia di Pisa: muore a 41 anni Gennaro D'Archi

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Auto fuori strada lungo l'Arnaccio: muore 25enne

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

Torna su
PisaToday è in caricamento