Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Cascina

Cascina, divieto di transito ai mezzi pesanti sui ponti dell'Emissario: il punto dell'assessore

Michele Parrini fissa le problematiche legate ai vari provvedimenti: "Servono 15mila ero per ogni ponte solo per le verifiche strutturali"

I ponti sul territorio comunale di Cascina restano osservati speciali. Dopo le disposizioni della Provincia di Pisa, che tra pochi giorni vieteranno il traffico pesante sul ponte sull'Arno tra Cascina e Lugnano e instaureranno il senso unico alternato sul ponte sullo scolmatore il località Palmerino, per la prossima settimana è prevista l'entrata in vigore dell'ordinanza del Comune di Cascina che vieterà il traffico pesante anche su tutti i ponti del canale emissario, cioè l'Arnaccio.

Una situazione che comporterà modifiche importanti alla viabilità e disagi, non solo a Cascina, ma anche nei comuni limitrofi. Ecco perché Michele Parrini, assessore alla viabilità di Cascina, ha tenuto una conferenza stampa in municipio per fare il punto.

"Su tutti e sei i ponti sul canale emissario metteremo il divieto di transito per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate e il limite di velocità a 30 km/h - ha detto Parrini - e siamo consapevoli che questa misura comporterà disagi, soprattutto per chi possiede mezzi agricoli, come trattori e mietitrebbia, che devono dirigersi nelle zone agricole a sud dell'Arnaccio. Ma i ponti presentano criticità che non possiamo ignorare. Si tratta di infrastrutture realizzate negli anni Cinquanta e che hanno bisogno di interventi, visto che si calcola che la vita utile di un ponte sia di circa 70 anni. La nostra è una misura precauzionale, in attesa di capire di chi è la competenza ad intervenire, una questione che abbiamo posto al tavolo tecnico sulla sicurezza dei ponti della prefettura di Pisa. La questione non è di poco conto. Solo per effettuare le verifiche strutturali, quindi solo per sapere di quali interventi hanno bisogno, servono circa 15mila euro a ponte".

"Al nostro divieto - prosegue l'assessore - si affiancano le decisioni, prese dal tavolo tecnico nei giorni scorsi e che dovrebbero entrare in vigore da venerdì, di regolare con un senso unico alternato il traffico sul ponte sullo Scolmatore in località Palmerino e di vietare il transito ai mezzi superiori alle 3,5 tonnellate sul ponte di Lugnano. Per quest'ultimo in particolare, la provincia è stata molto chiara. Il divieto deve essere fatto rispettare, altrimenti occorrerà stabilire il senso unico alternato. E ha chiesto al Comune di Cascina di fare la sua parte sia sorvegliando sull'applicazione del divieto, sia informando in maniera adeguata i cittadini. Ed è quello che faremo. Oltre all'utilizzo degli agenti della polizia municipale coinvolgeremo anche le associazioni di volontariato che aderiranno. Allestiremo diversi 'check point' nei nodi stradali più importanti del territorio per informare in anticipo, in particolare gli autisti dei mezzi pesanti, sui divieti e sulla viabilità alternativa. Porteremo avanti questa campagna di informazione per due settimane, facendo sempre il punto al tavolo tecnico prefettizio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, divieto di transito ai mezzi pesanti sui ponti dell'Emissario: il punto dell'assessore

PisaToday è in caricamento