Stop all'utilizzo della plastica monouso: dopo le spiagge tocca a palazzo Gambacorti

E' la soluzione che starebbe studiando l'amministrazione comunale per la sede del municipio. Al via anche una campagna informativa

Dopo il no ad utilizzare sulle spiagge del nostro litorale cannucce, posate, forchette, coltelli, cucchiai e piatti di plastica monouso (l’utilizzo di questi prodotti è consentito esclusivamente in materiale compostabile; in caso d’infrazione, si rischia una multa da 25 a 500 euro) l’amministrazione comunale pensa ora ad estendere questo divieto anche alla propria sede comunale di Palazzo Gambacorti.

Inoltre, nei prossimi giorni, sempre sul tema del divieto a utilizzare materiale in plastica sulle nostre spiagge, prenderà il via una campagna informativa curata dalla Regione Toscana, e sono allo studio nuovi contenitori per il riciclo dei materiali compostabili da portare nelle strutture balneari. Infine, presto saranno installati nuovi fontanelli (attualmente nella nostra città ce ne sono soltanto due, una a Pisanova, l’altro al Cep) e saranno promossi nelle scuole progetti finalizzati a educare i bambini affinché limitino l’uso delle bottigliette di plastica.

Presenti alla riunione di questa mattina, martedì 23 luglio, oltre al dipendente dell’ufficio ambiente del Comune di Pisa, Roberto Papini, i consiglieri Manuel Laurora (Gruppo misto), Alberto Conversano (Lega), Manuela Dini (Lega), Antonino Azzarà (Lega), Alessandro Tolaini (M5S), Marco Biondi (PD), Matteo Trapani (PD) e Maurizio Nerini, (Nap-FdI) che è anche presidente di questa Commissione del Consiglio Comunale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento