Acqua potabile, dal 1° luglio scatta il divieto di uso improprio

Previste multe per i trasgressori. L'ordinanza resterà in vigore fino al 30 settembre

Dal 1 luglio entra in vigore il divieto di uso improprio dell’acqua potabile nel Comune di Pisa. Lo stabilisce un’ordinanza sindacale che, in caso di violazione, prevede sanzioni da 100 fino a un massimo di 500 euro.
Nell’ordinanza si legge “è fatto assoluto divieto su tutto il territorio comunale di utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici, nel periodo dal 1 luglio 2020 al 30 settembre 2020”. L’atto nasce dalla necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l’approvvigionamento durante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell’aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni, dell’aumento dei consumi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento