Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

CNR: Domenico Laforenza nuovo presidente dell'Area della ricerca

Laforenza, eletto presidente del Cnr pisano, è direttore dell'Istituto di Informatica e Telematica dal 1 luglio 2008. "Una nuova governance per il territorio" annuncia il neo massimo dirigente

Cambio al vertice al CNR di Pisa. Domenico Laforenza è il nuovo presidente dell'Area della ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Succede a Claudio Montani. Laforenza, 60 anni, pugliese di nascita (originario di Acquaviva delle Fonti, Bari) e toscano d’adozione dal 1971, è direttore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa dal 1 luglio 2008. Dalla stessa data è responsabile del Registro.it, l’anagrafe dei domini a targa “.it.”

Il Cnr è l’ente pubblico di ricerca più grande d’Italia. A Pisa ha oltre mille persone tra ricercatori e tecnici che svolgono la loro attività in 13 istituti su una superficie di oltre 120mila m/q. Una vera cittadella della scienza. All’interno dell’Area operano inoltre realtà importanti come la Fondazione Gabriele Monasterio ed i laboratori della Scuola Sant’Anna. “Le aree della ricerca del Cnr sono le propaggini dell’Ente sui territori e quindi dobbiamo essere in sintonia con l’'ecosistema' sociale, economico e culturale dell’intero territorio” ha detto Domenico Laforenza. Il nuovo e più stringente rapporto con le realtà territoriali fa seguito alle indicazione del presidente del CNR Prof. Luigi Nicolais che ha visitato l’Area pisana nel mese di dicembre. Per raggiungere questi obbiettivi, è necessaria una nuova governance più aderente alle dinamiche competitive del territorio.


La nuova struttura di governance opererà su quattro asset strategici che sono: un sempre più stretto rapporto con la città, la provincia e la regione, un forte rapporto di collaborazione con gli enti di ricerca (Università, Scuola Normale, Scuola Sant’Anna, Infn), l’intensificazione dello scambio con il mondo produttivo (Poli tecnologici regionali) ed infine, garantire maggiore sostenibilità all’Area visti gli alti costi. Laforenza dal 2009 è anche rappresentante italiano nel "Future internet forum of the member states" su indicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica (Miur), nell'ambito dell'iniziativa "The Future of the Internet" del Settimo programma quadro dell'Unione Europea. E’ anche membro del Board of directors di EURid, il Registro che, per conto dell’Unione Europea, gestisce i nomi a dominio di Internet per l’Europa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CNR: Domenico Laforenza nuovo presidente dell'Area della ricerca

PisaToday è in caricamento