menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Befana visita 260 famiglie: la donazione della Curva Nord 'Maurizio Alberti' insieme a Caritas Pisa

Le 350 calze sono state consegnate fra martedì 5 e mercoledì 6 gennaio direttamente a casa delle famiglie in difficoltà

Una calza rossa, settecento grammi di dolciumi e quella scritta piccola, in un bigliettino legato con un filo dorato: "I ragazzi della Curva Nord Maurizio Alberti". E' la sorpresa recapitata fra martedì 5 gennaio e mercoledì 6 nelle case di 260 famiglie seguite dalla Caritas diocesana fin dall’inizio della crisi economica e sociale innescata dalla pandemia, dai volontari dell’organismo pastorale della Chiesa pisana e dai gruppi del settore più caldo della tifoseria nerazzurra, tutt’altro che nuovi a gesti di solidarietà e vicinanza a chi fa più fatica, a Pisa e nel mondo.

Si rinnova, dunque, il connubio fra Curva Nord e Caritas di Pisa, dopo la raccolta alimentare del maggio scorso, una tonnellata di generi alimentari a lunga scadenza per le famiglie più colpite dalla crisi, che 'inaugurarono' il secondo dei tre grandi hub dell’aiuto alimentare allestito dalla Caritas nei locali della parrocchia di Santo Stefano Extra Moenia, a Porta a Lucca. Stavolta, il gesto di attenzione si è indirizzato ai più piccoli: 350 le calze donate, una per ogni bambino dato che in ogni famiglia, spesso, ne vive più di uno.

"Siamo grati ai ragazzi della Nord, non solo per questa parentesi di normalità donata a tanti bambini che vivono in famiglie messe alle strette dalla crisi attuale, ma anche per il modo in cui quest’iniziativa è stata costruita - dice il direttore della Caritas di Pisa don Emanuele Morelli - ci hanno contattato diverse settimane fa, non per farci una proposta, ma per chiederci che cosa potevamo fare di utile per regalare un momento di gioia ai più piccoli delle famiglie che seguiamo durante le festività. Insieme abbiamo costruito questa bellissima iniziativa. Dunque il nostro grazie è non solo per l’iniziativa, ma anche per il modo in cui l’hanno portata avanti: può sembrare scontato, invece, fa la differenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

social

Ricette locali, la trippa alla pisana

Utenze

Bollette luce e gas, quando e come chiedere la rettifica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento