Cronaca

Pontedera, i vespisti in aiuto delle famiglie in difficoltà: maxi donazione al Banco Alimentare

Il Vespa Club Pontedera ha donato alimenti per 1800 euro agli enti che si occupano della distribuzione di cibo alle famiglie bisognose

Donazione di alimenti per 1.800 euro da parte del Vespa Club Pontedera agli enti, convenzionati con il Banco Alimentare, che a Pontedera si occupano di beneficenza e distribuzione alimentare alle famiglie che hanno questo bisogno.
Il ricavato è frutto delle offerte dei vespisti per il calendario 2019 del Vespa Club, giunto alla sua decima edizione, curato come sempre dal vicepresidente Silvano Biondi, che con la sua macchina fotografica ha seguito tutte le manifestazioni dell’anno scorso, dedicando un particolare ricordo al compianto Giuseppe Stefanelli, rifondatore del Vespa Club negli anni ‘80, artefice nello stesso periodo del Registro Storico Vespa.

Sul sagrato del Duomo sono arrivati i consiglieri del Vespa Club, capitanati dal presidente Luca Cervelli e alcuni soci, storici collaudatori dello scooter pontederese. Ascoltata la preghiera del Vespista, Don Piero Dini ha benedetto le Vespa e i vespisti, insieme a tutti i rappresentanti degli enti  che hanno ricevuto la donazione. In particolare erano presenti la Caritas, la Misericordia di Pontedera, le due Confraternite di San Vincenzo del Centro e del Villaggio, la Croce Rossa, il Centro Apostolico Fonte di Vita, il Centro Aiuto alla Vita. Tutti questi enti coordinano le loro attività attraverso il Tavolo del Cibo, organismo comunale promosso dall'assessore Marco Cecchi.

Eugenio Leone, responsabile del Banco Alimentare e membro del Consiglio del Vespa Club, ha sottolineato il grande spirito di solidarietà dei vespisti e la grande opera silenziosa ma preziosa di tutti i volontari, che da ormai 15 anni sono vicini alla gente con aiuti alimentari e, sempre, con un po’ di conforto e condivisione del bisogno. A Pontedera sono circa un migliaio le persone assistite, sia attraverso la mensa che attraverso i pacchi alimentari distribuiti alle famiglie.

Un grande ringraziamento finale è stato fatto alla Conad di Paolo Guerrieri (via I Maggio), che al ricavato delle offerte ha aggiunto il 20% del valore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, i vespisti in aiuto delle famiglie in difficoltà: maxi donazione al Banco Alimentare

PisaToday è in caricamento