menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La solidarietà non si ferma: donati camici, fondi e un ecografo agli operatori sanitari

Protagonisti il Sindacato balneari italiani, Confcommercio, Paim e la Federazione dei medici di medicina generale: destinatari dei gesti la Pubblica assistenza, l'ospedale Cisanello e i pazienti della Valdera-Alta Valdicecina

Prosegue senza soluzione di continuità la spinta solidale nei confronti degli operatori sanitari impegnati ogni giorno in prima fila nel contrasto all'emergenza Coronavirus. La Federazione dei medici di medicina generale ha donato, insieme a Paim e in collaborazione con la Società della Salute, un ecografo portatile con relativo tablet. 150 medici del territorio saranno formato all'utilizzo di questo strumento con il corso che sarà tenuto dal professor Lorenzo Ghiadoni dell’Università di Pisa, dai medici della sua équipe Greta Barbieri e Lorenzo Spinelli e Lorenza Pratali del CNR di Pisa.  

L’ecografia polmonare permette diagnosi più precise nella valutazione dei pazienti domiciliari affetti da Covid, l’ecografo si è rivelato uno strumento diagnostico molto importate per affinare le decisioni cliniche al riguardo. La dotazione dell’ecografo, unitamente alla formazione specifica, consentirà ai medici del territorio della Valdera-Alta Val di Cecina di diagnosticare la gravità della malattia in modo più puntuale in modo da somministrare ai pazienti cure tempestive e appropriate.

Il Sindacato italiano balneari e Confcommercio Provincia di Pisa hanno invece donato alla Pubblica assistenza del Litorale pisano 20 camici e devoluto il ricavato del Silent Concert tenutosi la scorsa estate a Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone, al reparto di Malattie infettive dell'Azienda ospedaliero-universitaria pisana di Cisanello. "Due piccoli contributi che vogliono testimoniare tutta la nostra vicinanza a medici, infermieri e operatori che si trovano in prima persona a contrastare l'emergenza sanitaria con impegno e sacrificio" spiega Fabrizio Fontani del Sib-Confcommercio Provincia di Pisa.

"Sappiamo che si tratta di una goccia nel mare in un contesto di emergenza sanitaria ed economica inedito e straordinario, ma ci tenevamo a dimostrare la grande ammirazione che proviamo per tutte quelle persone che mettono a repentaglio la loro stessa salute contro questo virus che ha stravolto le nostre esistenze. Il contributo è frutto di un percorso condiviso con il Comune di Pisa, in particolare con l'assessore al Commercio Paolo Pesciatini e l'assessore alle Politiche Sociali Gianna Gambaccini, che ringraziamo per il supporto e la disponibilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento