'Tranvieremergenza': i dipendenti Ctt Nord in sostegno degli ospedali

Un gesto importante di vicinanza a chi sta combattendo contro il Coronavirus nelle strutture sanitarie del territorio

'Tranvieremergenza, aiutiamo chi ci aiuta' è lo slogan coniato dai circoli aziendali presenti sui territori in cui opera CTT Nord. I lavoratori dell’azienda di pubblico trasporto, delle province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara hanno aderito ad un progetto unitario ideato dai Circoli Ricreativi Aziendali, accogliendo le richieste di numerosi dipendenti di CTT Nord, raccogliendo fondi, nel periodo di emergenza COVID, da destinare alle strutture ospedaliere locali per combattere la malattia, ovvero offrendo un sostegno concreto a chi quotidianamente sostiene un impegno senza precedenti per salvaguardare la salute dei cittadini esposti al contagio da Covid-19.
La somma raccolta ammonta a circa 3.500 euro.

I circoli congiuntamente dichiarano: “Non è la prima volta che, sul vasto territorio di CTT Nord, i circoli aziendali hanno lavorato in maniera unitaria per iniziative benefiche rivolte sia al personale aziendale, come l'iniziativa che ha permesso l’installazione dei defibrillatori nei locali aziendali, sia al mondo esterno come in questo caso. Siamo contenti di essere riusciti a raccogliere questa somma da destinare agli ospedali delle nostre comunità. Un grazie caloroso a tutti coloro che hanno contribuito a questa raccolta. Altri progetti sono in cantiere con l’Azienda”.

"Esprimo soddisfazione per l’impegno e la sensibilità dimostrata dal personale di CTT Nord che si è mosso, grazie ai circoli ricreativi in maniera unitaria, per un fine nobile e molto sentito, in piena pandemia - afferma il presidente di CTT Nord Andrea Zavanella - all’interno di CTT ho potuto sperimentare con mano, in questi miei anni di presidenza, i valori di tanti nostri dipendenti e del personale impegnato nelle molteplici attività dei circoli ricreativi delle varie zone, ricordo ad esempio, fra le tante, l’impegno profuso per raccogliere fondi per la ricerca sul cancro, che danno senz’altro lustro alla nostra azienda. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare nuovamente pubblicamente il nostro personale per tutto quello ha fatto in tutto il periodo di emergenza della pandemia, rendendo così possibile la prosecuzione di un servizio essenziale per il Paese, mostrando professionalità ed impegno”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento