La solidarietà non si ferma: 200 pizze donate alle famiglie in difficoltà

L'iniziativa a Pontedera grazie al sostegno dell'amministrazione comunale, del Gruppo Sportivo Bellaria Cappuccini e della Uisp Valdera. Le pizzerie della città hanno donato le materie prime necessarie

(foto Comune di Pontedera)
Sono state circa 200 le pizze familiari, di mezzo metro l'una, che sono arrivate nelle case delle famiglie pontederesi beneficiarie degli aiuti alimentari erogati dall'amministrazione comunale.
Un'iniziativa che nasce da un'idea di Angelo Petrone, rappresentante dell'associazione PizzArte, e che ha coinvolto le tante pizzerie e aziende della città, che hanno donato le materie prime per la produzione delle pizze, i cartoni e tutto il necessario.
Il G.s. Bellaria Cappuccini ha messo a disposizione il forno e parte dei volontari, che, uniti a quelli della Uisp Valdera, hanno effettuato la consegna a domicilio ad oltre 100 famiglie e strutture della città.
Un'idea subito accolta dal sindaco Matteo Franconi e dall'assessore Carla Cocilova nell'ottica di valorizzare e supportare le iniziative di solidarietà attiva che dimostrano quanto l'intera comunità sappia attivarsi nei momenti più complessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

  • Addio a Merlino, l'alano pisano star dei social

  • Coronavirus in Toscana: sono 436 i nuovi casi positivi

Torna su
PisaToday è in caricamento