Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Cep

Cep, telefonata al 113: "Pronto Polizia, mio padre sta picchiando la mia mamma"

All'arrivo degli agenti la donna era dolorante sul letto. Il marito è stato arrestato: aveva già a carico precedenti per maltrattamenti in famiglia. Il provvedimento di allontanamento da casa a suo carico era stato revocato a gennaio

Sono circa le  23 di giovedì quando una bimba di 16 anni chiama il 113 chiedendo l’aiuto della Polizia poiché il padre stava picchiando la madre in casa, in una abitazione del quartiere del CEP a Pisa.

La Polizia si reca subito sul posto e trova una donna sul letto dolorante e anche alcuni vicini ai quali la 16enne aveva chiesto aiuto.

Il padre della ragazza, I.H., albanese di 52 anni, era anche lui lì vicino al letto che parlava con la moglie, una donna albanese di 42 anni la quale, alle prime domande degli agenti, riferiva di essere caduta dal letto.

Solo all'arrivo dei sanitari del 118 la donna ha confessato di essere stata in realtà picchiata dal marito, che è stato dunque accompagnato in Questura. L'uomo aveva percosso al volto la compagna davanti alla figlia sedicenne e ad un altro figlio minorenne invalido.

La vittima è stata visitata al Pronto Soccorso e giudicata guaribile in quindici giorni per trauma da aggressione al volto, lesioni compatibili con le testimonianze e gli elementi acquisiti durante le prime indagini.

La Polizia ha accertato inoltre che l’uomo aveva già a carico procedimenti penali per maltrattamenti in famiglia, fatti per il quale era stato disposto dal GIP del Tribunale di Pisa l’allontanamento dalla casa familiare, revocato nel gennaio 2014.
Sulla base di quanto emerso l’uomo è stato dichiarato in arresto ed accompagnato presso il carcere Don Bosco di Pisa.

VIOLENZA SULLE DONNE: L'IMPEGNO DELLA POLIZIA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cep, telefonata al 113: "Pronto Polizia, mio padre sta picchiando la mia mamma"

PisaToday è in caricamento