Ustionata in casa muore dopo un mese di agonia, la figlia: "Grazie al personale del Centro ustioni"

Nonostante il grande dolore la figlia della signora deceduta per le ustioni riportate nell'incendio della sua abitazione, tiene a ringraziare medici e infermieri non solo per la professionalità ma anche per l'umanità dimostrata

Non ce l'ha fatta Giovanna Frosini, 77 anni, rimasta gravemente ustionata nell'incendio della sua abitazione a San Giuliano Terme lo scorso 12 agosto. Le fiamme erano divampate dalla cucina e avevano investito anche la signora che era uscita dall'appartamento, come raccontarono alcuni testimoni, con gli abiti in fiamme e difficoltà respiratorie. Dopo oltre un mese di sofferenze è deceduta giovedì scorso all'ospedale Cisanello dove era stata ricoverata.
E proprio nel nosocomio pisano è stata curata e accudita nel migliore dei modi, come testimonia la figlia Sabrina che tiene particolarmente a ringraziare i sanitari: "Come sicuramente comprenderete sono distrutta dal dolore, anche perché in questo mese e mezzo ho visto soffrire molto mia madre, ma il mio dolore non può esimermi dal fare un ringraziamento pubblico al personale medico e infermieristico del reparto Centro ustioni e Rianimazione dell'ospedale di Cisanello, non solo per l'impeccabile professionalità, ma per la grande umanità dimostrata nei confronti di mia mamma e anche nei miei. L'hanno accudita e coccolata con tanto calore, si preoccupavano anche per me, che non mi mancasse niente quando ero al suo capezzale e quando stava per andarsene erano lì con me e con lei, è stato un viavai. Non li dimenticherò mai, non potrò dimenticare il primario della Rianimazione, la dottoressa Nicastro, le sue parole, i suoi modi gentili e soprattutto il suo lungo e sincero abbraccio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento