Cronaca

"I denti cariati" di Pisa: questioni ancora irrisolte in un dossier del Pd

Dal Pd una lista di questioni ancora irrisolte in città: dalla Sapienza alle caserme, dall'aeroporto all'argomento sicurezza. Secondo il partito solo con il Pd e la vittoria di Bersani Pisa avrà l'attenzione che merita

Cosa si potrebbe fare per migliorare e rendere Pisa ancora più vivibile? Ci sono dei punti in cui le forze politiche si dovrebbero concentrare maggiormente? Secondo il Pd la città ha ancora dei "denti cariati" che andrebbero, per così dire, curati. Stiamo parlando di alcune questioni irrisolte che gravano sulla sicurezza, l'economia e l'immagine di Pisa.

Il Partito democratico ha analizzato i nodi cruciali, complilando un dossier sulle questioni aperte tra Pisa e il Governo, che consegnerà idealmente al prossimo esecutivo. Il dossier è stato reso pubblico e trascritto in un volantino di cui sono state stampate 20 mila copie, che nei prossimi giorni verranno distribuite in città.

I punti più importanti sono nove, e vanno dalla biblioteca Sapienza al progetto Caserme, dalla prossima apertura del museo delle Antiche navi alla delocalizzazione delle case in via Cariola. Secondo il partito solo con la vittoria del Pd e Bersani alle prossime elezioni, Pisa potrà avere l'attenzione nazionale che merita.

"Malgrado i continui tagli ai finanziamenti – si legge nel volantino – in questi anni la città è cresciuta molto. Non può essere un caso, però, che le cose che sono andate più lentamente o addirittura si sono fermate, siano proprio quelle che dipendevano dal Governo nazionale".

Ecco una sintesi delle questioni aperte:

- Biblioteca universitaria della Sapienza, tuttora chiusa per motivi di sicurezza.volantino-2
- Progetto Caserme: la città ha bisogno degli spazi delle tre caserme in centro per residenze, servizi e aree a verde. A Ospedaletto si può realizzare una nuova caserma moderna e funzionale.
- Antiche navi: servono nuove garanzie per il completamento e per l'apertura del museo.
- Sicurezza: nonostante gli impegni del ministro Maroni, a Pisa le forze di Polizia continuano a operare sotto organico.
- Aeroporto: servono le risorse necessarie per la delocalizzazione delle abitazioni di via Cariola e c'è bisogno di una nuova torre di controllo per garantire la capacità di crescita del Galilei.
- Teatro Rossi: è importante che venga recuperato e restituito alla città.
- Stazione radio di Marconi a Coltano, oggi abbandonata al degrado, deve essere recuperata e concesso al Comune.
- Campanile di San Piero a Grado: nonostante le promesse dei Governi Berlusconi e Monti, non sono mai stati completati i lavori di restauro.
- Ippodromo: non è mai stato realizzato ciò che doveva essere fatto dal governo: l’ampliamento delle tribune e delle strutture di accoglienza.

"Con la vittoria del centrosinistra guidato da Bersani - spiegano i democratici pisani - la nostra città potrà avere l'attenzione che merita, perché solo i candidati del Pd conoscono queste vicende. Non sono stati catapultati qua come i candidati di Berlusconi e della destra".

"Dal nuovo governo - aggiunge il sindaco Marco Filippeschi - ci aspettiamo che aiuti e sostenga le città come Pisa che hanno saputo investire nel risparmio energetico, nel recupero dei beni culturali, in servizi d'eccellenza. Ci sono tutte le condizioni per far fare alla nostra città un ulteriore balzo in avanti, con il nostro impegno e con l'impegno – dal governo del Paese - del Pd e di Bersani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I denti cariati" di Pisa: questioni ancora irrisolte in un dossier del Pd

PisaToday è in caricamento