Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Due etti di hashish spediti per posta in carta intestata dell'Ateneo: indagano i Carabinieri

Due diverse lettere spedite dall'Ateneo dovevano essere recapitate ad Ascoli ma sono tornate indietro. Due le ipotesi seguite dagli inquirenti: uno stratagemma per recapitare la droga o il gesto di qualcuno che vuole gettare discredito sull'istituzione

Dovevano essere recapitate ad Ascoli Piceno ma due buste da lettera con la carta intestata dell'Università di Pisa, e contenenti ognuna circa un etto di hashish, sono tornate indietro dopo la spedizione a vuoto. La droga è stata quindi prelevata, con due diversi sequestri avvenuti nelle settimane scorse, dai Carabinieri e dalla Polizia di Pisa che ora indagano sulla vicenda.

Da quanto fatto trapelare dagli inquirenti i nominativi del destinatario e del mittente presenti sulla busta sarebbero nomi di fantasia. Non è esluso che le spedizioni non recapitate, e quindi tornate presso la segreteria universitaria, possano essere state solo degli 'incidenti' in una prassi consolidata e già utilizzata in precedenza: insomma un modo per far arrivare senza troppi rischi la droga nelle Marche.

L'altra pista seguita dagli agenti è quella di qualcuno che vuole gettare discredito sull'istituzione universitaria e per questo ha deciso di inviare lo stupefacente impiegando la carta intestata dell'Università.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due etti di hashish spediti per posta in carta intestata dell'Ateneo: indagano i Carabinieri

PisaToday è in caricamento