rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Cep

Droga in macchina e senza patente, scappa per sfuggire al controllo ma viene preso

E' successo la sera di giovedì fra via Conte Fazio e via delle Lenze. In manette un 35enne. L'auto non era assicurata

Un'auto, una Alfa Romeo 159 GT, che arriva dalla via Aurelia in tutta fretta. E' da questo spunto che gli agenti della Squadra volante, di pattuglia in zona, hanno deciso di procedere al controllo. Un sospetto che di lì a breve si sarebbe concretizzato in un arresto, non prima però di un inseguimento.

Il conducente della macchina infatti, un 35enne tunisino, una volta raggiunta via Conte Fazio e vista la Polizia intenzionata a fermarlo, ha deciso di accellerare e tentare la fuga. Il soggetto è stato tallonato fino ad una strada sterrata parallela a via delle Lenze. Qua l'uomo è sceso ed ha provato a scappare a piedi, ma è stato intercettato. Ha provato a divincolarsi sferrando un pugno all'agente. Alla fine è stato messo a terra e ammanettato. L'identificazione ha evidenziato come il tunisino fosse regolare sul territorio nazionale, con precedenti di polizia per spaccio e detenzione di stupefacenti.

E la droga era uno dei motivi di tanta premura. Intanto due involucri di hashish sono caduti al 35enne nell'auto della Polizia, mentre cercava di nasconderli. Poi nel bracciolo fra i due sedili anteriori dell'Alfa sono stati trovati altri 11 grammi dello stupefacente e materiale per il confenzionamento. Infine l'uomo non ha saputo giustificare la somma contante di 225 euro, ritenuta così provento di spaccio. 

Le accuse collezionate sono quindi di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il Magistrato di turno ha disposto il rito per direttissima nella mattina odierna. A carico del tunisino venivano inoltre elevate delle sanzioni amministrative ai sensi del Codice della strada in quanto sprovvisto di patente, con il mezzo stesso che era sprovvisto di copertura assicurativa. L'auto, intestata ad un cittadino di nazionalità rumena residente a Santa Croce sull'Arno, è stata sottoposta a sequestro amministrativo e fermo amministrativo e affidata al soccorso stradale.

Dopo aver trascorso la notte nella cella di sicurezza della Questura, l'arrestato è stato accompagnato in Tribunale dove il Giudice ha convalidato l'arresto, e in conseguenza della richiesta dei termini a difesa ha fissato l'udienza al 9 maggio prossimo, ordinando l'applicazione al tunisino della misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Pisa. Poi è stato liberato. Riportato in Questura, gli è stato notificato il provvedimento di rifiuto del permesso di soggiorno, nel frattempo predisposto dall'Ufficio Immigrazione in conseguenza di tale arresto. L'uomo quindi, a termini di legge, ha 30 giorni di tempo per far valere le sue ragioni che, se respinte, consentiranno alla Questura di espellerlo definitivamente dal territorio nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in macchina e senza patente, scappa per sfuggire al controllo ma viene preso

PisaToday è in caricamento