Coronavirus: il Dsu toscano consegnerà le mascherine nelle residenze universitarie

Il presidente Moretti: "Riconosciuto dai Comuni lo status di cittadini residenti agli ospiti delle case dello studente"

Immagine di archivio

L’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario consegnerà agli studenti alloggiati nelle residenze universitarie delle città toscane sedi degli Atenei le mascherine fornite dalla Regione e distribuite dalle amministrazioni comunali a tutti i residenti.

Il presidente del Dsu Toscana Marco Moretti aveva scritto nei giorni scorsi una lettera ai sindaci, chiedendo di considerare gli studenti rimasti nelle varie case dello studente alla stregua dei cittadini domiciliati destinatari dei presidi medici. I Comuni hanno risposto affermativamente all’appello e si sono attivati per far recapitare le mascherine in un numero proporzionato agli elenchi dei presenti nelle strutture, forniti dall’Azienda. In alcuni casi sono i Comuni che le hanno fatte arrivare nelle residenze universitarie. In altri Comuni saranno i responsabili del servizio residenze che andranno a ritirarle.

Questa dotazione si va ad aggiungere alla fornitura iniziale della Protezione Civile Toscana che aveva permesso una prima distribuzione in alcune case dello studente, incrementando così il numero dei dispositivi di protezione a disposizione degli alloggiati. "Ci sembra giusto - afferma Moretti - che i sindaci delle città dove sono presenti le università riconoscessero lo status di cittadini ai ragazzi ospitati nelle nostre case dello studente, garantendo gli stessi diritti riservati alla cittadinanza residente. Non solo un intervento utile ed opportuno, ma anche un modo per ribadire il valore aggiunto rappresentato dalla comunità studentesca presente in queste realtà. Colgo questa occasione per ringraziare il Direttore Francesco Piarulli e tutta la struttura aziendale per lo sforzo fatto in questi giorni di emergenza per non fare mai mancare i nostri servizi agli studenti borsisti della Toscana. E’ con orgoglio che affermo che le nostre mense e le nostre residenze hanno continuato a prendersi cura senza alcuna interruzione degli studenti. La Regione è sempre stata al nostro fianco in questa dura battaglia contro il virus".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’imminente prossimo Consiglio di Amministrazione verranno portate in approvazione ulteriori misure quali l’assegnazione di contributi una tantum per gli alloggiati o destinatari di contributo affitto per compensare parzialmente i disagi che questi soggetti si trovano ad affrontare con la riduzione o la mancata fruizione dei servizi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento