Duels, la mostra dedicata alla street art nello spazio Natale di Emergency a Pisa

Le opere di Rame13 e Massimo Sospetto ci guidano in un viaggio dal Graffiti Writing all’arte pubblica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La mostra DUELS, dal Graffiti Writing all'arte pubblica, che durerà fino al 23 dicembre e sarà ospitata nello Spazio Natale di EMERGENCY in via San Martino 69 a Pisa. La mostra, curata da Gian Guido Grassi e organizzata dall’Associazione Start-Open your eyes, è concepita come una duplice personale dedicata a Rame13 e Massimo Sospetto, due artisti legati a livello personale al territorio pisano, che hanno saputo affermarsi nella scena nazionale e non solo dell’arte urbana. La prima (donna, figurativa, con un background da illustratrice) e il secondo (uomo, astratto, writer che ha portato il lettering verso la geometria) rappresentano due mondi, due modalità opposte di concepire l'espressione artistica in strada: la loro diversità aiuterà a far emergere le due personalità a contrasto offrendoci una panoramica su quella che è comunemente nota come Street Art, il fenomeno artistico più dirompente e globale degli ultimi anni. Durante l’inaugurazione della mostra gli artisti si racconteranno e, attraverso un’intervista doppia, avranno modo di parlarci della loro ricerca e delle loro differenti attitudini. “Siamo contenti di questa collaborazione con EMERGENCY, che da 25 anni offre cure alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. La cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani che essa promuove a livello globale - prosegue il curatore Gian Guido Grassi - sono i principi universali che lo stesso Keith Haring voleva diffondere attraverso la propria arte: nel 1989, dipingendo Tuttomondo, ha donato il suo testamento spirituale a Pisa perché fosse visto dal mondo.” Anche il Gruppo EMERGENCY di Pisa esprime il suo entusiasmo nell’ospitare all’interno dello Spazio Natale una mostra di Street Art. Infatti, a fianco dell'attività umanitaria, EMERGENCY promuove attivamente una cultura di pace e di rispetto dei diritti umani attraverso incontri nelle scuole, mostre, documentari, spettacoli teatrali, libri e pubblicazioni. “Un’opera di Street Art, oltre a svolgere una funzione di rigenerazione urbana, è capace di trasmettere messaggi importanti, che entrano nel vissuto di ciascuno semplicemente perché ogni giorno possiamo soffermare il nostro sguardo sull’opera. Fin dai suoi esordi, questa forma d’arte si è spesso fatta portatrice di messaggi di pace e solidarietà e rappresenta quindi un linguaggio ideale per comunicare i valori di EMERGENCY. Inoltre, crediamo nella portata intergenerazionale di questa forma espressiva e soprattutto nel fatto che rappresenti una manifestazione artistica innovativa ed un efficace linguaggio per i più giovani, ai quali riteniamo fondamentale rivolgerci.” Lo Spazio Natale EMERGENCY a Pisa è aperto dal 23 novembre al 23 dicembre e può trasformare l’affannosa ricerca del regalo perfetto nella possibilità di fare un gesto di pace, contribuendo a garantire cure alle vittime della guerra e della povertà e a promuovere una cultura di solidarietà e rispetto dei diritti umani. In particolare il ricavato degli Spazi Natale sarà destinato agli ospedali di EMERGENCY in Afghanistan e Iraq, dove, nonostante i rischi quotidiani, l’organizzazione continua a offrire prestazioni mediche gratuite e di elevata qualità. BIOGRAFIE RAME13 è nata a Pisa nel 1989, si è laureata in filosofia e diplomata all’Accademia di Arti Digitali e Figurative a Firenze indirizzo Comics. La sua esperienza l’ha portata a trasportare il proprio background, legato al fumetto e all’illustrazione, verso l’arte urbana, intervenendo sui muri delle città per raccontare di storie.  Nel 2015 partecipa a PARATISSIMA a Torino. Nel 2016 inizia a dedicarsi all’arte urbana, partecipando a Inseminazione artistica, ai festival Suoni di Villalba, Human evolution, Wall Skin per la Florence-tattoo-convention e Gala de Traficantului de cultura international in Romania. Nel 2017 espone alla galleria fiorentina Street Level Gallery, partecipa ai Festival Urban Vision, Atomic Garden e UP-FEST di Bristol. Entra a far parte della crew ELEKTRO DOMESTIK FORCE. Il 2018 la vede molto impegnata nel tattoo, a cui sta dedicando tempo ed energie. Prosegue la sua ricerca stilistica nella scena dell’arte urbana partecipando a nuovi festival come UnconventionalJam Art, Streetart Festival a Torrefarrera (Spagna), Parete Aperta e Livorno Food. Nel 2019 partecipa ad una collettiva nella galleria urbana UPGallery a Roma e a nuovi festival come, Art in Park, Vedo a Colori, Walk the line, Blueflow, Metting of Style di Madrid, Urbangiants, MOS in Kosovo, Sant’Angelo il Paese delle fiabe. Collabora con brand e aziende, tra cui PINKO di cui ha dipinto la nuova linea di borse LOVEBAG presso Galeries Lafayette di Parigi. MASSIMO SOSPETTO è fra gli artisti da anni più conosciuti e presenti nella scena italiana underground dell’arte urbana. Campiture compatte e monocromatiche, linee taglienti e nette, proprie della grafica vettoriale. Il senso di freddezza e precisione che emana dalle sue opere realizzate per gli spazi espositivi, grafiche realizzate in digitale e stampate su carte fotografiche, si ritrova inalterato nei lavori realizzati manualmente su muro, frutto di una tecnica maniacale maturata con infinite ore di lavoro e dedizione. 2009 partecipa al progetto "Temporanearte" per l'inaugurazione della nuova ala di Palazzo Cevoli del comune di Pisa. 2012 organizza e partecipa al progetto espositivo di "Rosso Vitamina". 2014 organizza e partecipa al progetto di arte urbana "Indoor-Outdoor", con allestimento espositivo al Centro di arte contemporanea "SMS". 2015 prima mostra personale "Linea di pensiero" nello spazio Cantiere San Bernardo di Pisa. 2016 mostra personale "Attitudine" all'interno dell'atelier di moda Ornette di Viareggio. 2018 personale "Senza Tregua" nella galleria d'arte contemporanea BuzzKill di Livorno. 2019 personale "LiveFast-DieOld" nella galleria d'arte contemporanea Docks74 di Torino.

Torna su
PisaToday è in caricamento