Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza del Duomo

Duomo deturpato, 21enne incide il muro con la chiave: "Zheng e Guan sono stati qui"

La parete deturpata è il prospetto sud della cattedrale all'altezza della terza campata, quella che guarda il prato antistante le bancarelle che vendono souvenir in piazza dei Miracoli. Il 21enne ha scritto in inglese il suo nome e quello dell'amico

Ieri pomeriggio due ragazzi cinesi hanno deturpato il Duomo pisano, incidendo su una delle pareti un segno della loro presenza, senza alcun rispetto per la storia della città e dell'immenso patrimonio artistico. L'autore dell'atto vandalico è G. H, un ragazzo cinese di appena 21 anni, trovato da due agenti della Polizia Municipale mentre imbrattava senza ritegno la Cattedrale pisana.

Il 21enne ha scritto con una chiave il suo nome e quello dell'amico. "Zheng and Guan was here" ovvero "Zheng e Guan sono stati qui" scritto in inglese per lasciare testimonianza a futura memoria con linguaggio internazionale della loro visita in uno dei complessi monumentali più celebri al mondo.

Ad avvertire la pattuglia dei vigili urbani è stato un altro turista che ha visto la scena. Gli agenti, che già avevano notato il ragazzo in atteggiamento sospetto nei pressi del Duomo, lo hanno bloccato poco dopo e accompagnato al comando dove è stato formalizzato l'arresto. Nessun provvedimento invece a carico dell'amico che non ha materialmente commesso il reato anche se non ha fatto nulla per impedire al compagno di compiere la bravata.

Il giovane è stato poi trasferito nel carcere Don Bosco di Pisa. La parete deturpata è il prospetto sud della cattedrale all'altezza della terza campata, quella che guarda il prato antistante le bancarelle che vendono souvenir in piazza dei Miracoli.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duomo deturpato, 21enne incide il muro con la chiave: "Zheng e Guan sono stati qui"

PisaToday è in caricamento