rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca San Giusto

Emergenza abitativa: presidio dei Prendocasa alle case nuove in zona aeroporto

Nuova azione dimostrativa del Progetto Prendocasa presso le nuove abitazioni realizzate a San Marco. Il presidio di protesta chiede che parte di queste nuove strutture sia destinato all'Agenzia Casa con affitti concordati

L'accusa che i manifestanti muovono è sempre la stessa: il Comune è vicino ai grandi costruttori ed alle cooperative, ma lontano dai bisogni delle famiglie in difficoltà. Nel pomeriggio di oggi il Progetto Prendocasa ha iniziato un presidio di protesta presso le nuove abitazioni realizzate a San Marco dalla Galileo e dalla Cooper 2000 per chiedere che parte di queste strutture sia destinata all'Agenzia Casa, in modo da poter offrire degli affitti concordati utili a contrastare l'emergenza abitativa.

"A Pisa sono tante le famiglie sotto sfratto - scrivono nel volantino - che non possono più pagare un affitto che in media costa ad una famiglia dai 600 agli 800 euro al mese. Di pari passo il Comune lascia vuote decine di palazzine e appartamenti, concedendo agevolazioni economiche alle cooperative sue amiche e agli imprenditori forti , con la promessa di affitti agevolati".

La realtà denunciata è un'altra: "Se da un lato gli appalti e le costruzioni si moltiplicano dall'altro gli affitti continuano a rimanere sulle stesse cifre del libero mercato e chi guadagna poco o non ha reddito resta senza casa". Si rilancia quindi la necessità di un dialogo, con anche gli imprenditori che sono chiamati a "pagare la loro parte e mettere a disposizione alle famiglie le risposte che aspettano da anni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza abitativa: presidio dei Prendocasa alle case nuove in zona aeroporto

PisaToday è in caricamento