Cronaca

Razzismo, la denuncia dei sindacati: "Lavoratori aggrediti durante i turni di lavoro"

L'Unione Sindacale di Base lancia l'allarme sulle condizioni in cui operano i dipendenti di Avr che si occupano della pulizia urbana: "Episodi incresciosi che mettono a repentaglio la sicurezza delle persone". Annunciato lo stato di agitazione

Foto da www.avrgroup.it

Gli ultimi due episodi risalirebbero al 6 e 7 febbraio, ma le aggressioni a sfondo razzista ai danni dei lavoratori stranieri di Avr andrebbero avanti da tempo. E' la denuncia della Federazione Provinciale Usb rispetto le condizioni di lavoro dei dipendenti della multiservizi, che a Pisa in questo caso eseguono la pulizia ambientale in città. "In una situazione del genere – afferma Stefano Teotino – è a repentaglio la sicurezza di persone che svolgono il proprio lavoro. Nessuna iniziativa è stata presa da Avr a tutela dei propri dipendenti".

Il sindacato parla di vere e proprie aggressioni fisiche. "Venerdì 6 febbraio alle 4.10 di mattina, alcuni lavoratori si sono trovati coinvolti in una rissa scoppiata su Lungarno Pacinotti, dalla quale fortunatamente sono riusciti a divincolarsi e a spostarsi velocemente con il mezzo"; poi "sabato 7 febbraio, questa volta sul Lungarno Mediceo, i soliti lavoratori, mentre svolgevano il ritiro dei rifiuti, sono stati nuovamente aggrediti e addirittura è stato preso a pugni il mezzo di lavoro, provocando la rottura del vetro anteriore. I lavoratori si sono spostati dal luogo e hanno chiamato i carabinieri, ma al loro arrivo i responsabili si erano dileguati".

Qualche settimana fa, davanti il locale, Akuaketa, "alcuni lavoratori macedoni sono stati aggrediti da un folto numero di persone e accusati di aver rubato il lavoro agli italiani. Fortunatamente anche in quel caso sono riusciti a rimontare sui mezzi e a scappare incolumi". Brutti episodi che preoccupano il sindacato, e che secondo Teotino dovrebbero preoccupare anche l'Amministrazione: "dovrebbe intervenire, evitando che dei lavoratori si trovino in queste situazioni, organizzando per esempio i giri di raccolta in altri orari e non dalle 23.00 alle 05.00, come attualmente accade. Riteniamo come Usb che questo sarebbe un intervento politico ben più sensato delle ridicole ordinanze antibivacco proposte come soluzione al problema sicurezza in città".

Per questi motivi, oltre che per il "clima vessatorio e non più tollerabile" in cui i dipendenti della Avr sarebbero costretti a lavorare, L'Unione Sindacale di Base si riunirà la prossima settimana in assemblea, dove sarà dichiarato lo stato di agitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzismo, la denuncia dei sindacati: "Lavoratori aggrediti durante i turni di lavoro"

PisaToday è in caricamento