rotate-mobile
Cronaca

Ericsson, prosegue la mobilitazione: mozione approvata all'unanimità

Tutto il Consiglio Comunale ha manifestato la propria vicinanza ai lavoratori che saranno, per volontà dell'azienda, trasferiti a Genova. Intanto però le istituzioni sperano di riuscire a far tornare la multinazionale sui suoi passi

La vicenda Ericsson, con la decisione dell'azienda di trasferire 26 lavoratori dalla sede di Pisa a Genova, è stata affrontata anche durante la seduta del Consiglio Comunale di giovedì 15 dicembre. E' stato l'assessore al Lavoro Giuseppe Forte a ricostruire la vicenda: "Mentre la discussione era ancora aperta e pareva di cogliere segnali d’apertura, è arrivata la lettera della proprietà con la quale Ericsson comunicava che 11 dipendenti sarebbero rimasti a Pisa, mentre per gli altri 26 c’era il trasferimento a Genova. Il Comune - ha ricordato l'assessore - ha incontrato le organizzazioni dei lavoratori ed ha deciso di continuare la mobilitazione: domani (oggi, venerdì, ndr) ci sarà una riunione dei capigruppo in Consiglio Comunale e io invito i consiglieri a partecipare al presidio all’interno del CNR, dove Ericsson ha la sede. Lunedì ci sarà un incontro con i lavoratori e mercoledì sarà la regione Toscana la sede dell’incontro con la proprietà".

Il Consiglio Comunale ha approvato poi all’unanimità una mozione (primo firmatario il consigliere Ciccio Auletta di Una città in comune-Prc) di solidarietà  a favore delle lavoratrici e dei lavoratori di questa multinazionale. “Il Consiglio Comunale - così si legge, fra le altre cose, nella mozione - stigmatizza il comportamento della multinazionale ed invita l’azienda a tornare immediatamente indietro dalle proprie decisioni ed aprire un tavolo di confronto al fine di mantenere su Pisa i livelli occupazionali attuali, tanto più alla luce degli ingenti finanziamenti pubblici che la stessa multinazionale ha ricevuto e del fatto che la Ericsson stia ancora partecipando al bando regionale per il finanziamento del progetto FIPILI3, per una cifra totale di 7.450.000 euro di cui 3.450.000 destinati a Ericsson. Chiede, inoltre, con forza al Governo - si legge ancora nella mozione - un intervento pressante e stringente nei confronti della multinazionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ericsson, prosegue la mobilitazione: mozione approvata all'unanimità

PisaToday è in caricamento