Cascina: esenzione della Cosap e ampliamento gratuito del suolo pubblico

Le misure sono state adottate dalla Giunta nei giorni scorsi. Il Sindaco Rollo: "Misure concrete ed importanti a sostegno delle imprese e delle attività del nostro territorio"

Foto d'archivio

La Giunta di Cascina ha approvato l’atto di indirizzo e di attivazione di procedure semplificate che contiene le misure di sostegno alle attività economiche che usufruiscono del suolo pubblico. Il provvedimento fa parte del piano 'Cascina Riparte'.

"Il documento - dichiara il sindaco Dario Rollo - prevede, oltre ad un forte snellimento dell’iter burocratico di richiesta del suolo pubblico, l’esonero del pagamento della Cosap fino al 31 ottobre 2020. La domanda sarà esente sia di marca da bollo che da tariffa gestione pratica. Con l'approvazione del bilancio consuntivo 2019, si interverrà per estendere l'esenzione fino al 31 dicembre. Abbiamo deciso di concedere alle attività di somministrazione e artigianali la possibilità di occupare suolo pubblico o incrementare gratuitamente quello già autorizzato, sia permanentemente che temporaneamente, fino ad occupare una dimensione pari alla superficie interna di somministrazione dell' esercizio. Per gli esercizi dotati di servizi igienici adeguati alle esigenze delle persone diversamente abili, l'occupazione potrà essere aumentata del 50%, sempre nel rispetto del codice della strada e consenso eventuale di titolari delle attività limitrofe nel caso di sovrapposizione di spazio o di copertura dell'ingresso o di vetrine”.

Le attività potranno utilizzare strutture che permettano la rimozione entro 24 ore dalla richiesta delle autorità competenti. La concessione sarà rilasciata entro 24 ore dalla data di presentazione completa della domanda mentre il controllo della compatibilità con la normativa del codice della strada sarà effettuato, a cura della Polizia Municipale, entro 10 giorni lavorativi. Le attività economiche che volessero occupare spazi all’interno di aree pubbliche potranno avanzare apposita richiesta a Sepi con i documenti previsti per le nuove concessioni. In questo caso sarà valutata l’opportunità di concedere gratuitamente le aree per il tempo necessario e comunque non oltre il 31 ottobre 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta di misure concrete ed importanti - conclude Rollo - che vanno a sostegno delle imprese e delle attività del nostro territorio. Continuiamo a dare risposte concrete adottando gli atti quando trovano già le corrette coperture finanziarie. Niente slogan, ma concretezza”. Informazioni dettagliate sono consultabili sul sito del comune di Cascina mentre qualsiasi comunicazione e richiesta deve essere presentata a Sepi secondo la nuova modulistica scaricabile dal sito www.sepi- pisa.it pagina di Cascina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento