Vecchiano: la Biblioteca Tabucchi estende l'orario di apertura

Il sindaco Angori e l'assessore Del Zoppo: "Un segnale di ripartenza dopo il lockdown"

A partire da martedì 1 settembre 2020 nuovo orario di apertura al pubblico della Biblioteca Comunale Antonio Tabucchi di Vecchiano: si aumenta l'orario di apertura al pubblico nel pieno rispetto delle normative anticontagio per il Covid19.

"Abbiamo voluto fortemente implementare il servizio per dare un segnale di ripartenza anche per il settore della cultura, dopo i mesi del lockdown; l'estensione dell'apertura al pubblico anche il lunedì mattina va in questa direzione - affermano il sindaco Massimiliano Angori e l'Assessore alla Cultura Lorenzo Del Zoppo - è nostra intenzione inoltre metterci al lavoro per una possibile messa a punto di attività culturali, nonostante la persistente pandemia, con la consueta e preziosa collaborazione delle Associazioni locali di Volontariato che concorrono a diffondere la nostra tradizione locale".

Di seguito il nuovo orario di apertura in vigore dal primo settembre:

- Lunedì dalle 9 alle 13

- Martedì dalle 15 alle 18

- Mercoledì dalle 9 alle 13 

- Giovedì dalle 15 alle 18

- Venerdì dalle 9 alle 13

Ricordiamo che è necessario accedere alla Biblioteca Comunale muniti di mascherina, nel pieno rispetto delle normative anticontagio da Covid19; sono inoltre stati installati appositi dispositivi di sanificazione che consentono l'accesso del pubblico, sempre nel rispetto del divieto di assembramento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

Torna su
PisaToday è in caricamento