Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Chiede 100 euro per restituire il telefono perduto: denunciato

La vittima, una ragazza, ricevuta la richiesta estorsiva, ha chiamato la Polizia Municipale. All'appuntamento per la consegna si sono presentati anche gli agenti in borghese

La Polizia Municipale di Pisa ha sventato, un tentativo di estorsione ai danni di una ragazza che aveva perduto il proprio cellulare. Il soggetto, con precedenti, è stato fermato e denunciato.

Nel dettaglio, nella giornata di lunedì scorso, una giovane residente in città si è rivolta al Comando di via Battisti per denunciare la scomparsa del proprio cellulare e la richiesta di 'riscatto' che stava subendo: dopo essersi accorta di avere smarrito il cellulare in zona Porta a Mare, ha provato a comporre il proprio numero ma a risponderle è stata una voce maschile che per la restituzione pretendeva cento euro. Così si è rivolta alla Municipale.

D'accordo con gli agenti, la proprietaria del telefono ha nuovamente contattato l'estorsore, dandogli appuntamento al terminal bus della Sesta Porta. Ma ad attenderlo, oltre alla proprietaria del cellulare, c'erano anche gli agenti in borghese che, individuato prontamente l'autore (un cittadino di origini straniere con precedenti di polizia giudiziaria), lo hanno fermato, identificato e successivamente denunciato all'Autorità Giudiziaria. L'apparecchio è stato recuperato e restituito alla legittima proprietaria.

"Voglio complimentarmi ancora una volta con i nostri Agenti - dice l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno - per la professionalità, competenza e prontezza nella risoluzione delle diverse situazioni a danno, come in questo caso, dei nostri cittadini. Questa operazione dimostra certamente come sempre più la nostra Polizia Municipale sia punto di riferimento per i cittadini per la presenza costante sul territorio e per la vicinanza alla comunità dando sempre risposte concrete".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede 100 euro per restituire il telefono perduto: denunciato

PisaToday è in caricamento