Cronaca

Covid, Giani: "In Toscana livello dei contagi basso, contrario alla drammatizzazione"

Il governatore ha fatto il punto sulla situazione epidemiologica della nostra regione, sottolineando la presenza di un clima di normalità visto il basso numero di contagi

"La Toscana è una regione che oggi ha un indice di 13 contagiati su 100mila abitanti. Sappiamo che il limite della zona bianca è di 50 contagi, quindi un livello molto basso. Nella giornata di oggi (ieri, ndr) abbiamo avuto 65 casi che hanno toccato poco più di 30 comuni su 273. Vi è un clima quindi di abbassamento del contagio tale evidentemente da portare a una minore capacità di controllo. Dobbiamo essere consapevoli che la nostra è una regione che ha turismo e conseguentemente le attività economiche cercano di vivere una situazione di normalità". E' quanto ha dichiarato ieri, intervenendo al Tg4, il presidente della Regione, Eugenio Giani, facendo il punto della situazione sull'emergenza Covid in Toscana dove i casi restano bassi ma a fronte anche di un netto calo del numero dei tamponi effettuati. Il governatore frena, rispondendo a precisa domanda, sulla possibilità di replicare l'ordinanza adottata in Sicilia per aumentare i controlli diagnostici sui viaggiatori in arrivo: "Se ci saranno indicazioni precise negli indirizzi del Ministero della Salute li faremo - avverte - voglio però creare un clima di accoglienza nella nostra regione. Conseguentemente il fatto che in questo momento il livello dei contagi sia così basso ci consente anche di vivere un clima che porta sempre di più alla normalità. Non sono favorevole a una drammatizzazione. Almeno nella mia regione, in Toscana, non ci sono queste condizioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Giani: "In Toscana livello dei contagi basso, contrario alla drammatizzazione"

PisaToday è in caricamento