rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Pratale / Via San Giovanni Bosco

Evasi dal Don Bosco: un pezzo di ferro di una branda usato per il foro

I due detenuti hanno impiegato circa un mese di tempo per scavare il buco nel muro della cella nel centro clinico del carcere pisano: ancora nessuna traccia del 40enne campano che è riuscito a fuggire

Sarebbe stato impiegato circa un mese di tempo per scavare il buco nel muro in una cella del centro clinico del carcere Don Bosco di Pisa, dove lunedì due detenuti hanno messo in atto il piano per evadere. Uno dei due però, un marocchino 27enne, è caduto durante lo scavalcamento del muro e ha dovuto rinunciare alla libertà. L'altro invece, un 40enne di origini campane, è riuscito a fuggire ed è ancora ricercato dalla Polizia. Dunque non un'opera pianificata in una notte, come si era pensato inizialmente, ma una lunga premeditazione. L'arnese utilizzato per il foro è stato un pezzo di ferro staccato da una branda. Il detenuto ferito è stato operato e riaccompagnato in carcere, dell'altro invece ancora nessuna traccia. Le ricerche proseguono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasi dal Don Bosco: un pezzo di ferro di una branda usato per il foro

PisaToday è in caricamento