Cronaca

Alluvione a Ponsacco: i pontederesi in aiuto dei 'cugini' con una serata amarcord

L'idea è stata lanciata da Andrea Bongianni, un 27enne che ha trovato terreno fertile per portare avanti il suo progetto. La serata evento sulla scia dei ricordi servirebbe per raccogliere fondi in favore dei ponsacchini

Un'idea nata all'interno di un gruppo Facebook dal nome 'Sei di Pontedera se', che in questi giorni sta spopolando tra i pontederesi, lanciata sul tavolo da Andrea Bongianni, un giovane che organizza eventi in molti locali e che ha deciso di proporre una serata di beneficenza per aiutare gli alluvionati di Ponsacco. Pontedera quindi ripone i campanili e tende la mani ai cugini ponsacchini, forse proprio in nome di quell'antica rivalità che nel momento del bisogno deve essere necessariamente messa da parte.

Una sorta di evento amarcord per ricordare luoghi, negozi e personaggi storici della città in riva all'Era.
Dopo un incontro avvenuto ieri tra gli organizzatori (Bongianni ha ricevuto l'appoggio di molte persone) e l'assessore Liviana Canovai, domani è in programma un colloquio con il sindaco Simone Millozzi per spiegare il progetto e ricevere il via libera così da poter partire nell'organizzazione vera e propria. Anche perchè non c'è tempo da perdere: i ponsacchini hanno bisogno di un sostegno economico il prima possibile.

Dando un'occhiata al gruppo Facebook, ci troviamo a scorrere un lungo elenco di personaggi, luoghi e negozi, saltati fuori dagli angoli più remoti della memoria di giovani ma soprattutto meno giovani, che ricordano una città per certi versi molto diversa da quella di oggi.
"Sei di Pontedera se... la domenica finivi il pane e dovevi andare a 'La Roccia' che era l'unico posto dove lo potevi comprare e ci dovevi comprare anche l'affettato altrimenti solo il pane non te lo vendevano!" scrive Stefano. "Se andavi sul corso a fare le vasche anche se diluviava e c'era sempre pieno di pontederesi...tutti i giorni della settimana.ora è tutto diverso!" aggiunge Martina. "Se hai visto la signora anziana dell'edicola sul piazzone che barattava la Gazzetta dello Sport con un caffè al Fornai" aggiunge Dario. E poi via con nomi, foto e ricordi che forse per una sera potrebbero tornare attuali per una buona causa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione a Ponsacco: i pontederesi in aiuto dei 'cugini' con una serata amarcord

PisaToday è in caricamento