Fallimento Navicelli e fidejussioni: "Il Comune avrà quanto dovuto"

Il Comune di Pisa afferma che l'ente è creditore nella procedura fallimentare per 2 milioni e 800mila euro. E' convinto di poter rientrare della cifra o vedere le opere di urbanizzazione realizzate da parte della società che comprerà le aree della società

Dopo l'allarme lanciato da Una Città in Comune-Rifondazione Comunista sulla inconsistenza delle garanzie finanziare in mano al Comune, in merito alle opere di urbanizzazione non realizzate dalla 'Sviluppo Navicelli' in zona Porta a Mare, Palazzo Gambacorti risponde confermando la propria posizione creditoria nella procedura fallimentare della società e confidando in un buon esito della stessa.

La nota del Comune fissa le tappe di quanto accaduto: "Il tribunale di Pisa riconosce, con sentenza del 15 ottobre 2015, il Comune come creditore nei confronti della Sviluppo Navicelli, fallita nel 2015. Il Comune di Pisa è creditore riconosciuto di 2 milioni e 800mila euro per mancata realizzazione di una parte di opere di urbanizzazione. Due anni prima del fallimento di Sviluppo Navicelli ha cessato l'attività l’agenzia presso cui erano appoggiate le fideiussioni a garanzia".

"Sviluppo Navicelli - prosegue il Comune - aveva tempo fino al 2017 per realizzare le opere in questione; il fallimento della società ha fatto il resto. Prima del fallimento il Comune aveva già individuato la mancata realizzazione della stazione ecologica; Sviluppo Navicelli aveva tempo fino al 2017 per realizzarla, poi il fallimento ha cambiato le cose".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fin qui lo stato di cose riconosciuto dall'ente territoriale. Sul futuro: "Comunque il Comune di Pisa è convinto di poter rientrare o con i crediti dal fallimento o con chi eventualmente dovesse subentrare alla società fallita. Il soggetto che acquisirà le aree di Sviluppo Navicelli tramite la procedura fallimentare per poter ottenere i permessi a costruire dovrà infatti o versare i crediti che vanta il Comune o realizzare le opere di urbanizzazione incomplete".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento