Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Lari

Perignano, invalidi costretti a vivere in una roulotte: "Il Comune non ha trovato un posto migliore"

Gli attivisti di Forza Nuova denunciano l'inerzia dell'amministrazione comunale che non è riuscita a trovare un'altra sistemazione. Il movimento ha iniziato la distribuzione di generi alimentari con il progetto 'Solidarietà nazionale'

Una famiglia di Perignano, nel comune di Casciana Terme-Lari, vive in grave difficoltà: tre persone con invalidità di vario tipo (sia mentali che fisiche) ridotte ad abitare in una roulotte umida e priva di servizi igienici. A denunciare la situazione i militanti di Forza Nuova.

"Il padre, Francesco Vitolo, invalido al 55%, ha perso il lavoro di postino a causa di frequenti crisi di ansia, agorafobia e ipocondria. Non potendo più pagare l’affitto, è stato sfrattato insieme alla moglie, invalida al 34% e alla figlia, invalida al 50% - fanno sapere da Forza Nuova - dopo un mese passato a dormire in macchina il Comune non ha trovato una sistemazione migliore di una roulotte in cui tre invalidi condividono lo stesso letto e usano un bagno di fortuna, esterno alla roulotte e privo di doccia".

Forza Nuova chiede così spiegazioni al Comune di Lari e ai servizi sociali, per capire come è possibile che tre cittadini invalidi siano abbandonati in queste condizioni inumane e indegne di un paese civile.

"Ora la famiglia Vitolo non è più sola - concludono gli attivisti - Forza Nuova ha già iniziato la distribuzione di generi alimentari con il progetto 'Solidarietà nazionale' ed è pronta a fare tutto ciò che sarà necessario per porre fine a questa situazione umiliante ed incivile, anche a porre in essere azioni eclatanti".

Perignano: famiglia costretta a vivere in una roulotte

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perignano, invalidi costretti a vivere in una roulotte: "Il Comune non ha trovato un posto migliore"

PisaToday è in caricamento