Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca San Giuliano Terme

San Giuliano Terme: si avvicina la posa della prima pietra del Nuovo Parco scientifico tecnologico

La prima fase di intervento vedrà la realizzazione di un complesso di quattro edifici che ospiterà attività di ricerca, didattica e terza missione della Scuola Sant'Anna

Nuovo passo in avanti per la costruzione del Parco scientifico tecnologico di San Giuliano Terme della Scuola Superiore Sant’Anna che accoglierà le attività di ricerca, di didattica e di trasferimento tecnologico nell’ambito delle scienze sperimentali (ingegneria, medicina, agraria e biotecnologie). E' stata completata, con esito positivo, la fase pubblica della gara per la selezione del partner privato del partenariato pubblico privato a iniziativa privata coordinato da I.CO.P. spa. L’avvio dei lavori è previsto per nei prossimi mesi e prevede la realizzazione di un complesso di quattro edifici (sul totale dei sette previsti con il masterplan) in 24 mesi complessivi.

La Scuola Sant’Anna, per dare adeguata risposta alle esigenze crescenti di sviluppo delle proprie attività didattiche e di ricerca, acquistò nel 2009 un terreno di superficie di circa 43.000 metri quadri, in località 'Praticelli', al confine con Pisa e in prossimità dell’area di ricerca del CNR, destinato ad ospitare le future espansioni. Con l’Accordo di Programma del 31 luglio 2013, tuttora vigente, la Scuola Sant’Anna e il Comune di San Giuliano Terme, concordarono le modalità di attuazione degli interventi e venne prevista la predisposizione di un progetto-guida (masterplan) per l’intero insediamento.

Un Raggruppamento Temporaneo di Imprese coordinato da I.CO.P. Società Benefit nel mese di settembre del 2022 ha manifestato interesse alla Scuola per attivare una collaborazione per la realizzazione di ben 4 edifici dei 7 previsti dal master plan in partenariato, e ha formalizzato la proposta lo scorso gennaio 2023 per la concessione di progettazione, realizzazione e gestione per 20 anni del complesso formato da quattro edifici. Nel mese di marzo è stata indetta la fase pubblica della gara che si è completata lo scorso 20 luglio con esito positivo. Con il completamento degli adempimenti amministrativi di legge, a breve sarà disposta l’aggiudicazione al Raggruppamento temporaneo di Imprese proponente, unico partecipante alla gara. La prima fase della concessione sarà costituita dalla elaborazione del progetto esecutivo, sulla base del progetto definitivo che è stato presentato in sede di gara.

Acquisite tutte le approvazioni normativamente previste, potranno avere inizio i lavori per la realizzazione del complesso edilizio dei quattro edifici (sul totale dei sette previsti con il masterplan). Le previsioni elaborate con la proposta di PPP contemplano l’avvio dei lavori all’inizio del 2024 e l’entrata in funzione del nuovo Parco nel primo semestre del 2026. Con il progetto, su richiesta e d’accordo con il Comune di San Giuliano, sarà realizzata anche una pista ciclabile esterna al Parco per favorire la mobilità dolce di accesso a tutti i servizi dell’area.

Il Parco scientifico-tecnologico della Scuola Superiore Sant’Anna è un progetto di grande portata per raccogliere in un’unica area le attività di ricerca nell’ambito delle scienze sperimentali della Scuola, oggi frammentate sul territorio. Il nuovo polo avrà sede in una zona in cui si concentrano edifici destinati ad attività universitarie e di ricerca e, in particolare, il complesso del CNR Area di Pisa in cui sono presenti l’Istituto TeCIP (The Telecommunications, Computer Engineering, and Photonics Institute) e la Fondazione Monasterio con cui la Scuola Sant’Anna collabora stabilmente.

La presentazione del Nuovo parco scientifico

Il complesso dei quattro edifici si svilupperà su circa 6.000 metri quadri di superficie coperta, per circa 20.000 metri quadri di superfici interne agli edifici, su più piani, con ampi spazi verdi e dotazioni a sostegno della mobilità sostenibile (piste ciclabili, punti di ricarica per veicoli elettrici). Il progetto nasce con caratteristiche evolute in tema di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, per rispondere in maniera efficace alle evoluzioni continue delle attività di ricerca che vi verranno sviluppate.

Tre dei quattro edifici ospiteranno attività di ricerca, di didattica e di trasferimento tecnologico nell’ambito delle scienze sperimentali (ingegneria, medicina, agraria e biotecnologie); il quarto edificio assolverà alle funzioni di centro servizi per l’area (auditorium e spazi di supporto, caffetteria, mensa, uffici). Il progetto, che prevede importanti contributi da MUR e Regione Toscana, ha un valore pari a 52,5 milioni di investimenti e un valore complessivo della concessione, comprendente anche il costo dei servizi di gestione e manutenzione, pari a circa 118,5 milioni di euro.

"Si tratta di una tappa importantissima per la Scuola Sant’Anna che riuscirà così ad ampliare in modo molto significativo gli spazi per la ricerca sperimentale - dichiara la rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna Sabina Nuti - Siamo contenti di aver individuato il partner privato con cui condividere questo obiettivo. Un grazie particolare al sindaco di San Giuliano e all’assessore Marras della Regione Toscana che hanno seguito con attenzione tutta l’evoluzione del progetto del nuovo Polo".

"Siamo orgogliosi di ospitare sul nostro territorio un nuovo spazio della ricerca che si stabilirà nel polo sangiulianese delle eccellenze, dove già sorgono la Fondazione pisana per la Scienza, il centro Le Vele, L’Isola dei Girasoli e lo studentato dei Praticelli - afferma il sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio - Ringrazio la rettrice Nuti per aver creduto nel nostro Comune, che si arricchirà della presenza di un’istituzione di prestigio internazionale come la Scuola Superiore Sant’Anna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano Terme: si avvicina la posa della prima pietra del Nuovo Parco scientifico tecnologico
PisaToday è in caricamento