Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

'Fermata d'autobus': Ctt Nord e Istituto 'Russoli' insieme per l'educazione alla legalità

Il progetto ha coinvolto gli alunni di cinque classi dell'istituto d'arte cittadino e si è concentrato sull'utilizzo consapevole e corretto dei mezzi pubblici e sul rispetto delle regole e della convivenza sociale

Educare alla legalità e al rispetto delle comuni regole di convivenza sociale attraverso il divertimento e la condivisione di momenti di divertimento. Il progetto 'Fermata d'autobus' promosso da Ctt Nord e giunto alla sua terza edizione è arrivato al traguardo e presenta i risultati ottenuto negli utlimi mesi grazie alla collaborazione degli studenti dell'Istituto d'arte 'Russoli' di Pisa. Cinque classi della scuola situata in via San Frediano (3° F Grafica, 4° A Grafica e Design, 4° B Grafica, 3° B Grafica e 4° C Pittura e Scrittura) hanno lavorato ai due video che concludono il progetto e che da domani saranno caricati sul canale Youtube di Ctt Nord.

Gli alunni, insieme ai docenti dell'istituto guidati dalla professoressa Simonetta Catassi, supportati e stimolati dai responsabili di Ctt Nord e da Cooperativa Itinera, responsabile del coordinamento generale del progetto, si sono confrontati e hanno approfondito la discussione su temi quali il corretto utilizzo dei mezzi pubblici, il rispetto delle regole e l'osservanza dei diritti e doveri nella convivenza sociale. "In un mondo sempre più frenetico e individuale - afferma Valeria Morgantini, responsabile della Cooperativa Itinera - sensibilizzare i giovani a concetti così importanti equivale a lavorare sul futuro della nostra società". Bruno Bastogi, dirigente di Ctt Nord, e Andrea Zavanella, presidente, sottolineano il clima nel quale l'intero progetto è stato sviluppato: "Il confronto aperto e il dialogo diretto con le fasce di età più giovani che fruiscono dei nostri mezzi sono stati una grande fonte di arricchimento". "L'educazione alla legalità non si può imporre - proseguono - deve essere un processo di interiorizzazione e comprensione da accrescere attraverso i singoli gesti quotidiani. Non abbiamo voluto applicare alcun filtro agli incontri organizzati in classe, così come non abbiamo imposto limiti nella realizzazione dei video: i ragazzi hanno potuto esprimersi in totale libertà".

Grande soddisfazione anche da parte della dirigenza dell'Istituto 'Russoli': "La scuola da anni è coinvolta in progetti focalizzati sulla socialità e sulla legalità - spiega la vicepreside Maria Luisa Morabito - la cittadinanza consapevole, attiva e rispettosa delle regole è un obiettivo che sta a cuore in primis ai nostri alunni". Gli studenti che hanno preso parte al progetto, oltre a girare i due video che verranno caricati su internet, hanno anche condotto delle indagini a bordo dei mezzi Ctt con lo scopo di rilevare e valutare la tipologia degli utenti del servizio, le criticità, le richieste e le modalità di comportamento sui mezzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Fermata d'autobus': Ctt Nord e Istituto 'Russoli' insieme per l'educazione alla legalità

PisaToday è in caricamento