Cronaca

Festa delle Oasi Wwf al bosco della Cornacchiaia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Un grande grazie a tutti i migliaia di cittadini che hanno contribuito alla Campagna Foreste del WWF che in queste settimane ha raccontato l'importanza di difendere il cuore verde del nostro pianeta, ovvero, quel patrimonio naturale da cui dipende la vita di tutti noi e il sostentamento di oltre un miliardo e mezzo di persone. Migliaia le persone che domenica 24 maggio si sono ritrovate nelle 80 oasi aperte gratuitamente in tutta Italia che hanno potuto toccare con mano l'impegno dell'Associazione e dei tanti volontari nel difendere la biodiversità in Italia. L'intensa attività di sensibilizzazione sul valore delle foreste ha potuto raggiungere decine di milioni di italiani in questi giorni, grazie all'aiuto dei tanti media che hanno accolto la proposta del WWF. IN TOSCANA: Anche se il tempo ha regalato pioggia in alcune parti della nostra regione, le 9 Oasi del WWF in Toscana hanno potuto festeggiare gioiosamente Giornata Oasi. Eventi inaspettati a Orbetello: nella storica Oasi WWF toscana, proprio domenica, sono nati i primi pulcini di cavaliere d'Italia sull'isolotto a loro destinato e ripristinato dai volontari; a Burano avvistate sul pontile le morette tabaccate ....e i bruchi della farfalla saturnia del pero hanno fatto la prima muta nel giardino delle farfalle; agli Stagni di Focognano oltre 300 visitatori hanno potuto osservare, gli "ospiti" della bellissima garzaia insediatasi in un lembo ricostruito di "bosco igrofilo planiziale" (nitticore, garzette, aironi guardabuoi), oltre ad avvistare numerose altre specie come aironi bianchi maggiori, aironi rossi, cavalieri d'Italia, svassi maggiori, tuffetti ed il meraviglioso falco di palude; ad Orti Bottagone i visitatori sono stati sorpresi da una testuggine palustre lungo il percorso di visita mentre in cielo passavano due tarabusini; al Bosco della Cornacchiaia, ad inizio visita, alcuni visitatori sono stati accolti da una martora con cucciolo al seguito, il tutto accompagnato da un volo di aironi rossi. Tanti i giochi per i bambini, laboratori didattici e proiezioni di filmati WWF al Parco didattico dei Ronchi.

IL PROGETTO. La Giornata Oasi è stata dedicata ad un grande progetto: salvare il Parco di Dzanga Sangha - nel Bacino del Congo - l'area più ricca di biodiversità dell'Africa e tra le prime 10 nel mondo esposte al rischio deforestazione, habitat di gorilla, elefanti. In attesa dei dati sui fondi raccolti, definitivi, grazie alla generosità di migliaia di italiani il WWF può dire di essere già ora in grado di proteggere un rifugio sicuro per le popolazioni locali e per le specie che ci vivono. Donatella Bianchi, Presidente del WWF Italia - "Dobbiamo ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto e aiutato perché la nostra è una battaglia che non possiamo vincere da soli ma che mette insieme tutti, le istituzioni, a partire dal Ministero dell'Ambiente, dalle Regioni, dal Corpo Forestale. dai privati, come Unicredit che da sempre sostiene le Oasi, e tutti i cittadini e gli straordinari volontari WWF che con il loro aiuto ci sostengono e fanno sì che il sogno delle aree protette a beneficio di tutti possa continuare, anche al di fuori dei confini del nostro paese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa delle Oasi Wwf al bosco della Cornacchiaia

PisaToday è in caricamento