Ultimo giorno di scuola, centri estivi e iniziative per la fascia 0-3: le iniziative del Comune di Pisa

Le classi quinte della primaria e le terze della secondaria di primo grado potranno festeggiare la fine dell'anno scolastico al parco delle Concette. Al via anche i campi solari

In occasione dell’ultimo giorno di scuola e con l’inizio delle vacanze estive, l’assessore alle Politiche socioeducative Sandra Munno presenta le iniziative avviate dall’amministrazione comunale sul fronte scuola e centri estivi, con particolare attenzione a minori con disabilità e bambini più piccoli in fascia d’età 0-3 anni.

In vista della chiusura dell’anno scolastico, l’assessore Munno aveva inviato una lettera ai dirigenti scolastici degli istituti comprensivi del Comune di Pisa per organizzare un momento di saluto riservato agli alunni e ai loro insegnanti. "Ho ritenuto giusto, non senza una maturata e approfondita riflessione - ha dichiarato l’assessore Munno - dare risposta alle tantissime richieste ricevute. I nostri bambini e ragazzi hanno dimostrato in questi mesi difficili un senso di responsabilità più unico che raro e meritano la nostra fiducia. Per questo l’amministrazione comunale ha deciso di mettere a disposizione uno dei parchi cittadini alle classi quinte delle scuole primarie e alle classi terze della scuola secondaria di primo grado per consentire a ragazzi e insegnanti il tradizionale saluto di fine ciclo scolastico, che si terrà nel mese di giugno. Il parco in questione è quello delle Concette, di grandi dimensioni, adatto a mantenere il distanziamento sociale e recintato, che sarà concesso in via esclusiva alle classi che ne faranno richiesta”.
"Alunni e insegnanti - specifica l’assessore - potranno aderire secondo la propria libera scelta. E’ prevista comunque la presenza dei genitori a cui i bambini resteranno affidati. Nei prossimi giorni, sul sito web del Comune di Pisa, sarà pubblicato l’avviso con le modalità di prenotazione del parco, con orari prestabiliti, che potrà essere opzionato da dirigenti scolastici o direttamente dai rappresentanti dei genitori. Ci è sembrato un piccolo gesto, ma pieno di significato, che l’amministrazione vuol dare ai bambini per restituire loro l’occasione di un momento di condivisione che è mancato in questi mesi a causa del periodo complicato a causa del virus".

"In queste settimane - prosegue Munno - abbiamo anche lavorato per organizzare l’avvio dei centri estivi, che partiranno il 1 luglio a causa delle indicazioni della Regione Toscana che sono arrivate alla spicciolata fino a ieri. Al Comune serve giusto il tempo necessario per predisporre l’avvio per la manifestazione d’interesse e fare partire le attività, procedura a cui stanno lavorando gli uffici dei servizi educativi in queste ore. Per tutte quelle associazioni che vorranno attivare centri estivi in autonomia, è già attiva una sezione dedicata sul portale Suap, per presentare la comunicazione di inizio attività. Le associazioni che intenderanno invece ottenere contributi comunali, regionali o ministeriali per l’organizzazione dei centri estivi, dovranno presentare anche una manifestazione d’interesse con descrizioni del progetto educativo, secondo le indicazioni che troveranno nell’avviso. Il Comune continuerà a rimborsare tramite voucher alle famiglie una quota della retta versata, sulla base dell’ISEE, soprattutto per il sostegno educativo specifico dei minori con disabilità. I centri estivi avranno particolare attenzione alle famiglie in condizioni di fragilità con l’obiettivo di migliorare e recuperare le facoltà cognitive di quei bambini che possono aver subito un depotenziamento in questi ultimi mesi di sospensione dei servizi, a causa dell’emergenza sanitaria".

"La nostra attenzione per quanto riguarda i centri estivi è stata rivolta anche alla fascia d’età 0-3 anni - conclude l’assessore Sandra Munno - alla quale abbiamo pensato di riservare, in via esclusiva, per alcuni giorni della settimana, i parchi attrezzati con giochi adatti a loro. In tali occasioni le famiglie troveranno a disposizione degli educatori insieme ai quali potranno giocare con i propri bambini in tranquillità. I parchi individuati a questo fine sono quelli di via Abba a Porta a Lucca, il Giardino Scotto nella parte dedicata alla fascia 0-3, il parco dell’Ordine di Santo Stefano e La Camilla a Marina di Pisa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento