Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Ponte di Mezzo

Festa della Repubblica: cerimonia sobria con tante Onorificenze al Merito

La cerimonia ha preso il via con l'Alzabandiera su Ponte di Mezzo, poi è proseguita in Prefettura dove molti pisani sono stati insigniti della Onorificenza al Merito della Repubblica. Tra gli insigniti anche il questore Bernabei

Si è svolta all’insegna della sobrietà la cerimonia per la Festa della Repubblica ieri a Pisa, una festa nel quale sono stati messi comunque in evidenza i valori della nostra storia repubblicana, che vanno sostenuti e rafforzati in ogni momento.
Le celebrazioni sono iniziate in mattinata con la cerimonia dell’Alzabandiera sul Ponte di Mezzo, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti. Oltre al prefetto Francesco Tagliente, al sindaco di Pisa Marco Filippeschi e al presidente della Provincia Andrea Pieroni, erano presenti  i deputati Maria Chiara Carrozza, Paolo Fontanelli, Maria Grazia Gatti, Federico Gelli,  insieme ai sindaci degli altri Comuni della provincia e ai rappresentanti delle Forze e dei Corpi di Polizia e degli Uffici statali.
La manifestazione è proseguita nell’auditorium della Prefettura, inaugurato poco più di un mese fa, dove il Prefetto Tagliente ha dato lettura del tradizionale messaggio del Presidente della Repubblica. 
 
A seguire, la mattinata ha toccato il suo momento più emozionante, quando il sottosegretario e il prefetto hanno consegnato le Medaglie d'onore ai familiari di Romolo Fanetti e Pietro Passetti, due deportati e internati nei lager nazisti destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra.
Subito dopo, le stesse autorità hanno consegnato le Onorificenze al Merito della Repubblica a cittadini pisani, che si sono distinti per attività istituzionali, sociali, filantropiche ed umanitarie.
Tra gli insigniti con l’alta onorificenza di Commendatore al Merito, il questore Gianfranco Bernabei, apprezzato per le qualità professionali e le doti di umanità.
Hanno poi ricevuto il prestigioso riconoscimento di Commendatore il comandante provinciale della Guardia di Finanza Marcello Montella e il dirigente della Polizia di Stato in quiescenza Alberto Bravi.
E’ stata conferita l'alta onorificenza di Commendatore anche ad Antonio Guicciardini Salini della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, a Claudio Pugelli della Fondazione Pisa e a Cosimo Bracci Torsi della Fondazione Palazzo Blu.
La benemerenza di Commendatore è stata conferita, inoltre, al direttore generale della Banca di Cascina Credito Cooperativo Vincenzo Littara, all'industriale  Roberto Posarelli, a Manuela Roncella, direttrice dell’Unità operativa di Senologia di Pisa, all'industriale Massimo Di Martino, presidente e amministratore delegato della Abiogen Pharma S.p.A., e a Rita Forsi, direttore generale dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione  del Ministero dello Sviluppo Economico.
 
Nel corso della mattinata il sottosegretario e il prefetto hanno poi consegnato altre onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica italiana all’assessore del Comune di Pisa Andrea Serfogli, al direttore dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi Giovanni Goglia, al comandante della Stazione Carabinieri di Cascina Mauro Dal Canto, al Primo Maresciallo Luogotenente dell’Esercito Italiano Cono D’Alessandro, al Tenente Colonnello Piero Ferretti, capo dell'ufficio personale del CISAM, al Capitano di Fregata Alberto Pecchia dell’Accademia Navale di Livorno e al Capitano dei Carabinieri Massimo Russo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica: cerimonia sobria con tante Onorificenze al Merito

PisaToday è in caricamento