Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

'FestiValdera': oltre 3mila persone per la prima edizione

Sono state 6 le serate-evento che hanno attratto appassionati e neofiti del teatro

Bilancio positivo per gli organizzatori del progetto triennale del FestiValdera, la cui prima edizione si è chiusa con 3.249 persone partecipanti a sei serate-evento. Dal 26 maggio al 17 giugno 2018 il festival si è svolto nell'Anfiteatro del Teatro Era  Pontedera, spazio riallestito e inaugurato per l'occasione, nell'Anfiteatro del Triangolo Verde di Peccioli e nell'esclusivo borgo di Castelfalfi. E' stato organizzato da la Fondazione Peccioliper e dalla Fondazione Teatro della Toscana e con il nuovo brand culturale The Other Theater, con il contributo della Fondazione Pisa, con il patrocinio del Comune di Peccioli, di Pontedera e di Montaione e in collaborazione con la Belvedere Spa e Toscana Resort Castelfalfi.

Sono stati sei gli appuntamenti legati dal filo conduttore della riscrittura del Decamerone di Boccaccio. Michele Santeramo, uno dei maggiori drammaturghi della scena contemporanea, vincitore di numerosi premi ha curato la drammaturgia originale di Storie dal Decamerone, un racconto in quatto capitoli, con le musiche originali di Francesco Mariozzi, violoncellista, compositore poliedrico e musicista.

Marco D’Amore, Anna Foglietta, Claudio Santamaria sono stati i protagonisti che hanno accolto il progetto artistico, prendendone parte con entusiasmo. Il festival ha raggiunto l’obiettivo di mettere insieme qualità e interessi, di realizzare un teatro popolare, aperto a tutti, e di alta qualità artistica. Sono stati 168 gli abbonati al Festivaldera, che hanno assistito ai quattro capitoli di Storie dal Decamerone, una produzione Fondazione Teatro della Toscana, in prima nazionale.

I primi due spettacoli sono stati presentati presso l'Anfiteatro del Teatro Era, il terzo per il maltempo è stato spostato all’interno al Teatro Era e il quarto presso l'Anfiteatro del Triangolo Verde di Peccioli. Marco D'Amore in 'Un Amore' (31 maggio), accompagnato dalle note del violinista Manfred Croci, ha raccontato la storia di un uomo e del suo malessere legato all'amore, che ha sempre creduto la verità sia la migliore compagna dell'amore; Anna Foglietta, con Luigi Gagliano alla Viola, si è confrontato con 'Una Guerra' (3 giugno), la vicenda di una donna che per salvare i suoi due figli dalla guerra del suo Paese decide di fare il viaggio che in molti fanno. Claudio Santamaria, in scena insieme a Francesco Mariozzi al violoncello, ha affrontato 'Il Potere' (8 giugno): il racconto di un potente dalle cui decisioni dipendono la vita e la morte delle persone.

La quarta serata, nel suggestivo Anfiteatro del Triangolo Verde di Peccioli, il 10 giugno, ha visto i tre attori Anna Foglietta, Marco D'Amore e Claudio Santamaria ne 'Il Caso e l'invenzione', con l'accompagnamento di uno speciale ensemble musicale con i solisti dell’orchestra da camera di Roma Manfred Croci, Luigi Gagliano, Francesco Mariozzi. La leggerezza di Boccaccio ha avvicinato i più, donando al contempo un messaggio di guarigione e di salvezza. Come ha dichiarato Michele Santeramo: "Riscrivere un classico significa cercare dentro quei racconti un collegamento vivo con il presente, cercare di capire quanto quelle pagine abbiano ancora da raccontare e insegnare".

L'ultima serata, il 17 giugno a ingresso gratuito, si è svolta nel borgo di Castelfalfi con Racconti dal Decamerone in forma di spettacolo itinerante, in italiano e in inglese, con la compagnia Bohemians Arte e Musical, nei cortili e nei vicoli del centro storico le vicende del Decamerone. I dieci racconti dello spettacolo con protagonisti personaggi contemporanei sono stati scritti dai partecipanti del laboratorio 'A Bottega', tenuto da Michele Santeramo all’inizio di aprile a Peccioli, prima tappa del Festivaldera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'FestiValdera': oltre 3mila persone per la prima edizione

PisaToday è in caricamento