Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Fiab Pisa risponde all'assessore Dringoli: "Partecipazione dimenticata"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Ci hanno sorpreso le dichiarazioni pubbliche dell'assessore Dringoli, che critica FIAB Pisa per aver esternato il proprio disappunto per l'eliminazione di tutte le rastrelliere da Borgo Largo. Ricordiamo che FIAB Pisa non si è mai sottratta al confronto costruttivo, anzi già dall'insediamento della nuova giunta ha coadiuvato l'Ufficio Bici nella redazione di un piano rastrelliere per il versante di Tramontana. Tale piano, che prevedeva il mantenimento di tutte le rastrelliere di Borgo Largo e l'aggiunta di altre, è rimasto lettera morta: è fermo da più di un anno in qualche cassetto degli uffici tecnici comunali, in attesa di approvazione. Fiab Pisa ha sollecitato a più riprese l'attuazione del piano concordato, anche raccogliendo 787 firme in calce ad una petizione che chiedeva più rastrelliere in centro consegnata nelle mani del Sindaco a dicembre 2018. Tutto inutile: l'infelice intervento in Borgo Largo sconvolge e sconfessa quel piano. Ecco quindi il motivo per cui FIAB Pisa (e diversi altri cittadini) hanno protestato. Da ultimo, ma non per importanza, facciamo notare che questo spiacevole episodio solleva un interrogativo di fondo, che trascende questa particolare vicenda: qual è l'utilità di sedersi attorno ad un tavolo se la partecipazione si esaurisce nella produzione di carta destinata a prender polvere in un cassetto?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiab Pisa risponde all'assessore Dringoli: "Partecipazione dimenticata"

PisaToday è in caricamento