Cronaca Piazza dei Miracoli

La Fiaccola di Sacconago passa da Pisa: appuntamento in Cattedrale

Un lungo cammino del Gruppo della Fiaccola che dovrà percorrere quasi 350 chilometri per raggiungere la Chiesetta di Madonna in Campagna

Tappa a Pisa oggi, domenica 29 aprile, per Sacconago e la sua Fiaccola. La sua storia risale al lontano 1955 quando un gruppo di giovani dell’Oratorio di Sacconago di Busto Arsizio (Varese), guidati dall’allora coadiutore Don Franco Scotti, diedero vita alla Fiaccola Votiva, una tradizione che è giunta sino ad oggi. Per Sacconago e la sua comunità l’inizio del mese di maggio significa soprattutto un pellegrinaggio di fede e di amore, una 'manifestazione sportiva' fatta di sacrificio personale e collettivo, un 'gioco di squadra' necessario per portare tutti insieme alla meta finale della Chiesetta di Madonna in Campagna la luce della Fiaccola accesa nei diversi Santuari d’Italia e d’Europa.

Un evento che negli anni ha visto la partecipazione di ben tre generazioni di Sinaghini. Sessantaquattro edizioni in cui la Fiaccola di Sacconago ha visitato ben 14 regioni diverse ed anche 3 stati esteri: Francia (Lourdes 1974 – La Salette 2017), Repubblica di San Marino (1989), Svizzera (Einsiedeln 2000).
Quest’anno la Fiaccola torna in Toscana e precisamente a Pisa, nella splendida Cattedrale di Piazza dei Miracoli che nel 2017 ha festeggiato i 900 anni dalla consacrazione e, tra le varie manifestazioni, da settembre 2017 l’icona della Beata Vergine Maria di Sotto gli Organi è portata a turno nelle varie chiese della Diocesi pisana e poi riaccompagnata in processione in Cattedrale da vari fedeli. Vista la particolare presenza del Gruppo della Fiaccola di Sacconago, l’icona sarà presente in Cattedrale e la S. Messa di accensione di domenica pomeriggio, 29 aprile, sarà celebrata dall’arcivescovo Giovanni Paolo Benotto. 

Il Gruppo della Fiaccola conta 70 atleti (52 uomini e 18 donne) che si alternano in staffetta per oltre 340 km, per un totale di oltre 28 ore di corsa.  Un atleta classe 1935 e uno classe 1945 i più esperti, 2 ragazzi nati nel 2005 i neofiti alla loro prima esperienza, e poi autisti, motociclisti, fotografi, membri dell’organizzazione per un totale di oltre 100 persone, 'capitanate' come detto da Don Claudio Fossa, che percorreranno le strade di Toscana, Liguria (con il Passo della Cisa), Emilia Romagna e Lombardia con il compito di riportare la Fiaccola sino alla Chiesetta di Madonna in Campagna a Sacconago, come testimonianza della loro fede e del loro amore.

Una corsa ininterrotta a partire dalla mattinata di lunedì 30 aprile, per oltre 24 ore di fila, notte compresa. Prevista una sola sosta il 1° maggio per il pranzo comunitario a Pavia, presso l’Oratorio Don Bosco.
Nel primo pomeriggio poi la ripresa della corsa per l’ultimo tratto di circa 4 ore che condurrà la carovana verso Busto Arsizio.

L’arrivo tra le classiche 'due ali di folla' è previsto per le ore 20.30 di martedì 1° maggio alla Chiesetta di Madonna in Campagna a Sacconago, nell’ambito della festa omonima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiaccola di Sacconago passa da Pisa: appuntamento in Cattedrale

PisaToday è in caricamento