Pomarance naviga ad alta velocità: in arrivo la fibra ottica

Un investimento costato 2 milioni e 42mila euro che ha raggiunto 3.603 unità immobiliari. Soddisfazione espressa dalla Regione

A Pomarance si può adesso navigare su internet fino a mille megabit al secondo. Tim ha infatti attivato gli armadi. Il comune rientra tra i dieci dove la Regione Toscana era intervenuta per realizzare una infrastruttura in fibra ottica e che si aggiungono a tutti gli altri – solo per le zone a fallimento di mercato naturalmente, quelle dove i gestori hanno rinunciato ad investire – in cui la gara l’ha vinta invece Open Fiber ma a finanziare l’intervento è sempre la Regione.  

La fibra a Pomarance è stata portata grazie ai fondi europei Psr-Feasr: l’intervento è costato 2 milioni e 42 mila euro ed ha raggiunto 3.603 unità immobiliari. Le località coinvolte, oltre a Pomarance capoluogo, sono Serrazzano, Larderello e Montecerboli. In questi ultime due frazioni già si poteva da fine 2019 navigare sul web fino a 100 megabit al secondo, grazie alla tecnologia FTTC, la cosiddetta fibra misto rame. Ora la velocità aumenterà fino ad un gigabit in virtù dei servizi FTTH che saranno attivati entro giugno, ovvero con la fibra ottica che non si fermerà agli armadi ma arriverà praticamente fino alla soglia di casa. Anche a Larderello le nuove connessioni più veloci saranno disponibili entro al fine del mese. Nel capoluogo invece lo sono già adesso e i servizi possono già essere richiesti. 

“La Toscana - ricorda l’assessore all’Innovazione Vittorio Bugli - è stata tra le prime in Italia ad impegnare risorse pubbliche e a mettersi al lavoro per portare prima la banda larga e poi la banda ultralarga nelle cosiddette ‘aree bianche’, ovvero i territori dove, per i i pochi abitanti, la distanza e la scarsa presenza di aziende, gli operatori privati hanno deciso e dichiarato di non voler investire”. “Solo per la banda ultralarga - aggiunge - abbiamo investito 80 milioni del nostro bilancio, per realizzare una infrastruttura che ne vale almeno duecento, che sarà affidata in concessione per venti anni ma rimarrà comunque pubblica”

Portare la fibra ottica e garantire veloci e velocissime connessioni ad internet da fisso significa rendere le aziende più competitive e i territori più attrattivi rispetto ad altre regioni d’Italia dove la fibra ottica arriverà magari più tardi. Vuol dire promuovere l’industria 4.0 anche in aree periferiche. Ma la fibra ottica renderà più comoda pure la vita ai cittadini, che potranno utilizzare comodamente da casa molti più servizi on line, anche pubblici . Un investimento che, al pari ieri di una strada, accorcerà la distanza tra aree interne e città, borghi isolati ed aree metropolitane, aiutando magari a contrastare lo spopolamento di quelle zone.

Contenta del risultato raggiunto il sindaco di Pomarance, Ilaria Bacci. “Con la Regione abbiamo lavorato con la massima determinazione nei mesi scorsi e finalmente - commenta - anche nel nostro comune i cittadini che lo vorranno potranno richiedere l'attivazione della fibra in modalità ftth, cioè fino alla propria abitazione”. “Ci sono stati assicurati tempi rapidi per questa ultima fase - prosegue - e ringraziamo la Regione per l'impegno, insieme a Infratel e a Tim. Questa tecnologia attesa da tempo è fondamentale per ridurre il digital divide e connettere imprese e cittadini: una infrastruttura la cui importanza è emersa ancora con più evidenza nella fase di emergenza Covid".

"Dopo mesi di lavoro sono davvero contento di essere riusciti a portare a casa un nuovo, importantissimo risultato concreto per il territorio della Valdicecina - commenta il consigliere regionale del Partito Democratico Antonio Mazzeo - l'arrivo della fibra ottica sul territorio di Pomarance significa infatti per i cittadini e le imprese del territorio poter finalmente avere un miglior accesso a tutti i servizi offerti dalla rete, elemento che, anche alla luce dell'emergenza appena vissuta, abbiamo visto essere di fondamentale importanza. Tutto questo, ci tengo a ricordarlo, è stato possibile grazie all'investimento diretto della Regione che ha stanziato risorse proprie per far arrivare la fibra anche in quei comuni 'a fallimento di mercato' e quindi rimasti fuori dall'intervento del gestore, come Pomarance ma anche Santa Croce e Bientina. Il tutto senza dimenticare che a fine marzo erano stati sbloccati, dopo diverso tempo, altri 398 armadi in 68 comuni tra cui, in provincia di Pisa, Casciana Terme Lari, Castelfranco di Sotto, Crespina Lorenzana, Montopoli Valdarno, Peccioli, San Giuliano Terme e San Miniato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’attivazione degli armadi che a Pomarance permetteranno di navigare su internet fino a mille megabit al secondo non solo è una bella notizia ma è soprattutto un passaggio decisivo per il futuro di questo territorio - aggiunge Alessandra Nardini, consigliere regionale Pd - bisogna ricordare che la Regione Toscana, come ha dichiarato l’assessore Bugli che ringrazio per l’impegno messo in questa direzione, è stata tra le prime regioni ad investire risorse pubbliche per portare prima la banda larga e poi la banda ultralarga nelle aree bianche, territori dove è necessario attrarre investimenti. Oggi come non mai la presenza di quest’infrastruttura in tutti i territori della regione, anche in quelli  distanti dai grandi centri, rappresenta un’opportunità imprescindibile per lo svolgimento dello smart working, di attività di formazione, come la didattica a distanza, e di accesso ai servizi telematici. La ripresa e lo sviluppo dei nostri territori, la loro capacità di attrarre risorse, investimenti, e dunque di creare occupazione, passa da qui”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento