Finanziamenti alle strutture sanitarie: alla Provincia di Pisa oltre 11 milioni

Sui 300 milioni stabiliti dalla Regione, il più grosso stanziamento va al potenziamento del Lotti di Pontedera

Alle aziende e agli enti del Servizio sanitario regionale sono stati assegnati quasi 300 milioni di euro per interventi strutturali da avviare negli anni 2020-2021. E' quanto è stato definito nell'ultima seduta di Giunta su proposta dell'assessore regionale al diritto alla salute, Stefania Saccardi, tramite l'approvazione di due specifiche delibere. Le risorse stanziate ammontano per l'esattezza a 298.836.912,50 euro, di cui quasi 30 milioni di euro provengono da fondi regionali immediatamente disponibili, mentre i rimanenti 269.490.057,67 euro da fondi statali, che potranno essere utilizzati a inizio 2021, una volta sottoscritto il relativo accordo di programma con il Ministero della Salute.

La provincia di Pisa gioverà di oltre 11 milioni di euro. Il più grande investimento riguarda l'ospedale di Pontedera, fra la rifunzionalizzazione dell'area intensiva dell'emergenza-urgenza con realizzazione di un nuovo padiglione (5,4 milioni) e una sala operatoria del blocco parto (950mila euro), per complessivi 6 milioni e 355mila euro. Segue Ponte a Egola, Comune di San Miniato, con quasi 4 milioni per la Casa della Salute. Chiude il milione e 200mila euro per il Centro socio-sanitario di Terricciola ed i quasi 23mila euro per varie strutture dell'Aoup. 

"Questi finanziamenti - ha detto la consigliera regionale Alessandra Nardini - contribuiranno in modo significativo all'intero sistema sanitario e confermano quanto la nostra Regione creda e investa nella sanità pubblica, di cui in questi mesi abbiamo potuto ancora meglio comprendere il ruolo fondamentale".

"Il rafforzamento delle nostre strutture sanitarie territoriali è un impegno che ci siamo presi in tutti questi anni e sono davvero felice che oggi si concretizzi con questo nuovo importante passo avanti - ha affermato il consigliere regionale Antonio Mazzeo - grazie a questo nuovo intervento saremo in grado, tra l'altro, di rafforzare l'area dell'emergenza-urgenza e il blocco parto a Pontedera e di adeguare il lotto II del a Terricciola per renderlo sempre più fruibile e rispondente alle esigenze dei cittadini. Sono nuove risorse che siamo riusciti a portare sul territorio a dimostrazione ulteriore di quanta e quale sia l'attenzione che come Regione Toscana vogliamo dare non soltanto alla realizzazione dei nuovi ospedali e al potenziamento di quelli più grandi ma a tutte le realtà che operano sul territorio e sono fondamentali per garantire la qualità della nostra assistenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento