rotate-mobile
Cronaca San Giuliano Terme

San Giuliano Terme, una nuova vita per la piscina comunale: 700mila euro di finanziamenti per la riqualificazione

Il Comune incassa il contributo del bando della Presidenza del Consiglio. Ecco gli interventi previsti nel progetto

Il Comune di San Giuliano Terme si aggiudica il massimo contributo disponibile del bando della Presidenza del Consiglio 'Sport e periferie 2020' per la riqualificazione della piscina comunale del capoluogo. Ammonta a 700mila euro il finanziamento a disposizione dell'amministrazione comunale per avviare il processo di recupero dell'impianto e poter procedere al nuovo affidamento.
L'ultimo step era stato l'esecuzione d'ufficio disposta dal sindaco Sergio Di Maio lo scorso 13 febbraio, grazie alla quale era stato possibile recuperare l'impianto lasciato dalla precedente gestione.
"Precedente gestione che - commenta l'assessore allo Sport Roberta Paolicchi - è stata inadempiente, non ha rispettato il contratto. I nostri controlli hanno condotto ai sopralluoghi e a tre relazioni tecnico-gestionali, nelle quali si evidenziavano carenze sia sotto il profilo di manutenzione dell'impianto che come accoglienza, per non parlare dell'offerta di corsi alla clientela e della disponibilità nei confronti delle altre associazioni. È così iniziato un percorso di dialogo con il gestore, che ha portato al recesso del contratto e alla successiva diatriba legale, fino all'esecuzione d'ufficio per la reimmissione in possesso dell'impianto".
"Il Comune, contemporaneamente - prosegue Paolicchi - ha avviato la ricerca di fondi attraverso la partecipazione al bando Sport e periferie 2020 emesso dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Abbiamo redatto un progetto comprensivo di migliorie, che vanno dall'impianto illuminotecnico alle pompe di riciclaggio, passando poi al piano vasca, alla pavimentazione e all'adeguamento degli spazi. Ritengo il recupero della piscina fondamentale per la vita sportiva sangiulianese: abbiamo fatto un enorme passo in avanti concreto verso il recupero, per il quale abbiamo sempre detto che occorre pazienza. Il lavoro è andato avanti in questi mesi fino alla vittoria del bando ministeriale. Ringrazio gli uffici e daremo conto dei prossimi aggiornamenti".
 
"Il progetto ammonta complessivamente a 1.080.000 euro - aggiunge l'assessore al Bilancio e alla Rigenerazione urbana Matteo Cecchelli - e ha avuto un contributo governativo pari a 700mila euro, il massimo concedibile. Il Comune coprirà quindi la quota rimanente, 380mila euro, così da poter realizzare l'intervento di recupero dell'impianto. Un impegno importante per la nostra amministrazione sia dal punto di vista economico che sociale, a cui teniamo particolarmente e che vogliamo portare a compimento nel minor tempo possibile. Un altro passo in avanti nel recupero e nella rivitalizzazione dell'esistente, che porterà benefici su tutti i fronti".
"Il futuro recupero della piscina si avvicina - conclude il sindaco Sergio Di Maio - lo sport ne beneficia, ma anche il decoro, perché un luogo non frequentato attira degrado, contro cui ci battiamo con forza. Un'altra bella notizia per la frazione capoluogo, che si appresta a rinascere concretamente: penso, ad esempio, all'Opera Pia, al Parco dei Pini e al recupero dell'ex cava Nord-Est (anfiteatro)".

Cosa prevede il progetto redatto dal Comune

Il progetto prevede la riqualificazione completa dell'impianto. Ecco alcuni dettagli.
- Impermeabilizzazione della copertura.
- Intervento di efficientamento energetico che prevede la sostituzione della centrale di condizionamento che consentirà il recupero di calore per il riscaldamento degli ambienti oltre che il corretto ricambio d'aria.
- Installazione di una pellicola termo-riflettente per garantire e massimizzare l'illuminazione naturale, mentre verranno ripristinate anche le vetrate ammalorate.
- I parapetti esistenti saranno resi a norma, tenendo presente il superamento delle barriere architettoniche.
- L'elevato stato di degrado delle pavimentazioni esistenti e la completa assenza di percorsi per ipovedenti hanno determinato la necessità di rifacimento delle pavimentazioni negli spogliatoi al piano terra, nel corridoio, negli ambienti di servizio, in corrispondenza della zona ristoro, nei locali adibiti ai servizi igienici e negli spogliatoi al piano primo, nel piano vasca e in corrispondenza della gradinata aperta al pubblico al piano primo e nelle scale sia interne che esterne. Di particolare rilevanza sarà l'installazione del percorso braille per ipovedenti. 
- Si procederà con il completo rifacimento degli spogliatoi, adeguandoli alla normativa Coni.
- Particolare attenzione sarà rivolta agli interventi per il ripristino della funzionalità delle aree aperte al pubblico. Saranno realizzati due nuovi servizi igienici destinati al pubblico e accessibili anche ai diversamente abili, così come da normativa Coni. 
- Per quel che riguarda l'aspetto esteriore, il complesso della piscina si presenta con delle superfici opache in calcestruzzo armato faccia vista: sarà ripristinato il calcestruzzo ammalorato e si procederà con la verniciatura cromatica omogenea.
- Il progetto prevede anche l'adeguamento alle norme antincendio.
- L'illuminazione prevista è a tecnologia Led.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano Terme, una nuova vita per la piscina comunale: 700mila euro di finanziamenti per la riqualificazione

PisaToday è in caricamento