menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rete idrica, terminati i lavori sull'acquedotto di San Piero a Grado

Chiusi gli interventi di Acque Spa sulla condotta che serve il deposito e sulla tubazione che distribuisce l’acqua al capoluogo. Risanati in totale 1,2 chilometri di rete con un investimento di 450mila euro

E' terminato nelle settimane scorse l’importante intervento di Acque Spa sulla rete idrica a San Piero a Grado. I lavori hanno portato alla sostituzione di un lungo tratto di acquedotto passante per via Livornese, con l’obiettivo di migliorare il servizio per una parte consistente di utenze ed eliminare le perdite su una porzione di rete piuttosto datata. In realtà è stata una 'doppia operazione', perché sono state completamente ammodernate due tubazioni diverse: una è la condotta di adduzione che porta l’acqua alla centrale idrica, l’altra è la condotta di distribuzione, che serve San Piero e alcuni quartieri della città.

Le due infrastrutture prima in funzione presentavano seri rischi di rotture a causa della loro vetustà. Con la loro sostituzione è stato adeguato il sistema di adduzione, e d’ora in avanti sarà possibile preservare la risorsa idrica ed evitare frequenti interventi di manutenzione. Il progetto, messo a punto da Ingegnerie Toscane, ha riguardato la posa di oltre 1,2 chilometri di nuove tubazioni. Oltre a via Livornese, i cantieri hanno interessato anche via Vecchia di Marina e alcuni terreni agricoli, fino ad arrivare alla centrale idrica di San Piero a Grado. Il miglioramento complessivo del servizio sarà garantito anche dal diametro più ampio delle nuove condotte, nonché dal materiale di cui sono composte (ghisa sferoidale), più resistente rispetto a quello delle tubazioni di 'vecchia generazione'.

Un primo, fondamentale passo verso il potenziamento del servizio idrico era stato compiuto già negli anni scorsi, quando in occasione dei lavori per la nuova fognatura a San Piero (investimento da 2,2 milioni di euro) era stato realizzato anche un nuovo tratto di acquedotto per collegare la rete acquedottistica proveniente da Porta a Mare a quella della centrale idrica. Un intervento di particolare rilievo, che da allora permette di avere interconnessi due sistemi idrici che prima erano separati, efficientando il servizio e migliorandolo dal punto di vista della continuità, anche sul litorale pisano. L’intervento appena chiuso, che ha impegnato un investimento di 450mila euro,  è proseguito proprio in quella direzione. Nelle prossime settimane, una volta trascorso il tempo necessario per l’assestamento del terreno, sarà garantito anche il ripristino del manto stradale nei vari tratti interessati dai cantieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento