Cronaca

Bancarelle del Duomo: quasi 2.500 firme per il no al rientro in piazza

Ad aderire alla petizione anche Michele Jamilokwski, l'ingegnere che permise di raddrizzare e salvare la Torre nel 2001 dopo 11 anni di lavori

Continuano a crescere i numeri della petizione online su Change.org per chiedere alle istituzioni di non far tornare in Piazza dei Miracoli le bancarelle. Sono oltre 2.300 ora le firme digitali, alle quali si aggiungono quelle raccolte in via cartacea. 

Il dibattito pubblico è proseguito in queste settimane con le posizioni contrapposte fra le associazioni di categoria ed i promotori dell'iniziativa. Le prime insistono per il ritorno degli ambulanti, i secondo hanno incontrato il Soprintendente Muzzi che ha confermato la sola ipotesi temporanea in Largo Cocco Griffi, escludendo un rientro in piazza. 

Alla petizione intanto ha aderito un altro nome illustre, insignito nel dicembre 2001 dal Comune di Pisa della cittadinanza onoraria. Si tratta del  prof. Michele Jamiolkowski, professore emerito del Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica del Politecnico di Torino. Il suo nome è legato indissolubilmente alla stabilizzazione della Torre di Pisa: Jamiolkowski è stato infatti dal 1990 al 2001 presidente del Comitato internazionale per la Salvaguardia della Torre di Pisa, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha controbuito con la sua professionalità e competenza a guidare gli undici anni di delicati lavori che hanno permesso la stabilizzazione del monumento. Era il 16 giugno 2001 quando fu fatto l'annuncio al mondo del raddrizzamento di 44 centimetri della Torre, con una garanzia di sicurezza di altri 300 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarelle del Duomo: quasi 2.500 firme per il no al rientro in piazza

PisaToday è in caricamento