Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

San Giuliano e Vecchiano: prosegue la messa in sicurezza del Serchio

In fase avanzata i lavori a Migliarino (per 1,8 km verso la foce) volti ad allargare l'alveo in media di 20 metri. La situazione di tutti gli altri cantieri aperti sulle sponde di Vecchiano e San Giuliano

I lavori di messa in sicurezza del Fiume Serchio

Continuano gli interventi sul Serchio per il ripristino e il miglioramento delle condizioni di sicurezza idraulica rispetto all’evento alluvionale del Natale 2009. Avviati nel dicembre scorso, sono in avanzato stadio di esecuzione a Migliarino i lavori di allargamento dell’alveo del fiume per una larghezza variabile dai 10 ai 40 metri.

“Si tratta - spiega l’assessore alla difesa del suolo della Provincia di Pisa, Valter Picchi - di interventi di ricalibratura a valle dei ponti ferroviario e stradale sull’Aurelia, di cui beneficeranno le aree urbanizzate della zona, per un costo di 1,7 milioni di euro”.
I lavori, che si svolgono in un tratto di circa 1.800 metri dai ponti verso la foce del Serchio, consistono essenzialmente nella regolarizzazione dell’alveo fluviale principale mediante allargamento del canale centrale e riduzione delle superfici golenali, lungo entrambe le sponde: già ultimate quelle sulla riva destra, sono attualmente in corso le operazioni sul lato sinistro. Risultato finale sarà un alveo di una larghezza complessiva aumentata mediamente di circa 20 metri e con una profondità di circa 8. Per comprendere con immediatezza l’incremento di portata indotto a favore del transito di piene di particolare intensità, si pensi che sarà asportato materiale terroso per 220mila metri cubi.

E’ inoltre prevista la riprofilatura dell’alveo in corrispondenza del ponte sull’Aurelia per l’eliminazione di depositi di fondo (probabilmente detriti delle precedenti strutture di attraversamento demolite in periodo bellico) che creano locali alterazioni alla regolarità del profilo finale dell’alveo stesso.

In più, su richiesta dell’Ente Parco Migliarino-San Rossore, è in programma la piantumazione di circa 150 esemplari di pioppo lungo il percorso delle piste sterrate, sia in destra che in sinistra, da ubicare preferenzialmente in corrispondenza di apposite “nicchie” previste nella sponda, così da ridurre l’impatto visivo delle nuove opere su tale scorcio di alveo fluviale. L’ultimazione dei lavori avverrà entro i primi mesi del 2012.

Riguardo poi ai numerosi cantieri avviati nei mesi scorsi (il cui valore è pari a un totale di 5,5 milioni di euro) per la sistemazione degli argini e delle sponde sia nel comune di Vecchiano che in quello di San Giuliano, questo è il punto della situazione.
Completamento delle opere di somma urgenza sull’argine di Nodica (Vecchiano), per un importo di 600.000 euro: i lavori, comprendenti tra l’altro la realizzazione del diaframma in palancole (setti di metallo) per il rafforzamento del piede dell’argine stesso, si sono conclusi nel giugno scorso. 
Opere di protezione della sponda fluviale destra in località Panconi (Vecchiano), importo 497.500 euro: lavori conclusi nell’aprile scorso.
Opere di protezione della sponda fluviale sinistra in località Colognole e Metato (San Giuliano), importo 800.000 euro: lavori conclusi nel giugno scorso.
Opere di protezione della sponda fluviale sinistra in località Case al Marmo (San Giuliano) e ripristino arginatura in destra idraulica a Migliarino (Vecchiano), importo 700.000 euro: lavori in fase conclusiva (stadio di avanzamento al 90%).
Opere di protezione della sponda fluviale destra in località Nodica e Baccanella (Vecchiano), importo 800.000 euro: lavori in fase conclusiva (stadio di avanzamento all’80%).

Ripristino delle opere idrauliche ed arginature in località Filettole (Vecchiano) e Ripafratta (San Giuliano), importo 900.000 euro: lavori in corso (stadio di avanzamento al 50%).
E’ inoltre stata effettuata in aprile la consegna dei lavori per l’ultimo lotto di opere urgenti di adeguamento geometrico dell’arginatura destra in località Filettole (Vecchiano), per un importo di 1,2 milioni di euro. Attualmente è in atto l’intervento sulle cateratte sul Rio Bucine ed è in fase di avvio quello per il rialzamento arginale: la conclusione delle attività è fissata al febbraio 2012.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano e Vecchiano: prosegue la messa in sicurezza del Serchio

PisaToday è in caricamento