Sport: un milione e mezzo di euro per le società stanziato dalla Regione Toscana

Andranno a sostenere i soggetti che gestiscono o hanno in custodia impianti pubblici

Immagine di archivio

Un milione e mezzo di euro saranno a disposizione delle società dilettantistiche toscane che gestiscono o hanno in custodia impianti pubblici. Oltre 500mila euro saranno riservati alle guide turistiche che svolgono attività prevalentemente nella nostra regione e circa 230mila euro saranno destinati alle mense che distribuiscono pasti per i più bisognosi.

Sono le risorse che l'ufficio di presidenza del Consiglio regionale ha recentemente deliberato, scelta condivisa con Coni e Anci regionali. "Quello delle società sportive dilettantistiche - ha detto il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani - è un tema su cui mi sono speso in prima persona fin dall'inizio della crisi. Tagliate fuori dai provvedimenti nazionali, era necessario e doveroso trovare risorse per sostenere un'attività che ha una forte valenza sociale e che non può restare indietro". "Il bando che stiamo studiando - conclude - è una riposta forte alla profonda crisi che stanno attraversando".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta di tre misure che abbiamo voluto con forza - spiega Antonio Mazzeo, membro dell'ufficio di presidenza - e sono orgoglioso che si possano destinare i risparmi che siamo riusciti ad operare in Consiglio Regionale per dare un sostegno concreto a chi è stato colpito duramente dalla crisi. Grazie a questi soldi riusciremo, almeno in parte, a coprire le spese sostenute comunque in questi mesi da tante società sportive e i mancati guadagni che invece hanno avuto e continuano ad avere centinaia e centinaia di guide turistiche. So bene che è solo un piccolo contributo, ma in questo momento è importante che, anche a livello regionale, si mettano in campo tutte le misure possibili ad ulteriore integrazione delle norme nazionali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus in Toscana, 143 nuovi casi: 38 positivi in più a Pisa

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 settembre

  • Piogge e temporali in Toscana: scatta l'allerta meteo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento