rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Castelfranco di Sotto

A lezione di legalità: i Carabinieri nelle scuole di Castelfranco

Quattro giornate di incontri in presenza e da remoto per dialogare con gli studenti della scuola primaria e secondaria di Castelfranco e Orentano

Bullismo, cyberbullismo, droga, violenza sulle donne e sui minori, educazione stradale, diritto alla difesa. Sono questi alcuni dei temi affrontati negli incontri didattici per la 'Formazione della cultura della legalità' che hanno coinvolto l’Arma dei Carabinieri e gli studenti dell’Istituto Complessivo 'Leonardo Da Vinci' di Castelfranco di Sotto. Il progetto ha attivato delle lezioni speciali dove i Carabinieri di Castelfranco hanno parlato agli alunni e alle alunne delle classi quinte della Scuola Primaria e delle classi seconde della Scuola Secondaria di primo grado del Capoluogo e di Orentano.

I Carabinieri si sono resi disponibili a rispondere alle tante domande poste dagli studenti. I militari hanno saputo mettersi a misura di ragazzo per spiegare regolamenti, casistiche e tematiche di attualità su cui si sono incentrati dubbi e curiosità. Tra gli interessi degli studenti, anche l’Arma dei Carabinieri stessa: è stato chiesto come si diventa Carabinieri, che percorso di studi occorre e quali possibilità lavorative si aprono con questo tipo di carriera. Molto attuale poi, la gestione dei social network, il valore della privacy e la responsabilità di chi scrive tramite i canali digitali. Gli incontri si sono tenuti, sia in presenza che in streaming, nelle giornate del 22, 23, 24 e oggi 25 marzo.

"L’Arma dei Carabinieri è un punto di riferimento importante nella nostra società ed è giusto che i giovani abbiano modo di conoscere le persone che la compongono, per comprenderne e apprezzarne il ruolo - ha dichiarato il sindaco di Castelfranco, Gabriele Toti - questa occasione di incontro a scuola ha rappresentato un’opportunità preziosa per abbattere la distanza che spesso separa le nuove generazioni dalle forze dell’ordine. Ringrazio personalmente i militari e il Comandante D’Addio per la disponibilità che hanno dimostrato". "Gli interventi si inseriscono nei diversi percorsi attivati durante questo anno scolastico al fine di sensibilizzare le nuove generazioni sul corretto uso dei social, sui temi a ciò correlati, come il cyberbullismo - ha specificato il dirigente scolastico Sandro Sodini - ringrazio il luogotenente D'Addio e la professoressa Vivaldi per il progetto realizzato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A lezione di legalità: i Carabinieri nelle scuole di Castelfranco

PisaToday è in caricamento