Cronaca

Forza Nuova in banca contro il signoraggio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

I militanti di Forza Nuova, la notte precedente al corteo Canapisa, hanno disseminato decine di manifesti lungo tutto il percorso antiproibizionista, nei quali si faceva notare che mentre alcuni individui prediligono sfilare per la droga di stato, ne esistono invece molti altri che preferiscono combattere per la moneta di popolo.
In seguito i Forzanovisti hanno poi messo in atto l’azione “in favore del popolo tutto e contro il sistema turboliberista” che avevano promesso nel precedente comunicato, per mezzo di un volantinaggio contro il signoraggio bancario presso una banca sui Lungarni, con cui si è fatto presente che anche Nostro Signore Gesù Cristo una volta si arrabbiò per davvero, e fu proprio contro i banksters, tanto da arrivare – citando l’Evangelista Matteo in vv. 21,12 – a rovesciare i tavoli degli stessi banchieri.
L’intento è stato lanciare i primi passi per una Vera Rivoluzione, sulla scia del nostro “Facciamo la Rivoluzione, Non il Canapisa” con cui Forza Nuova e Lotta studentesca avevano iniziato la suddetta campagna riassunta nel video su YouTube titolato “FORZA NUOVA La Vera Rivoluzione”, prima con vari tipi di azioni nella città effettuate mediante striscioni, manifesti e volantini, e poi con un comizio in centro presieduto dal Segretario Nazionale Fiore, lanciando in tal modo l’input da cui partire per arrivare alla Sovranità Monetaria, per mezzo della quale giungere poi a una Sovranità Nazionale, comprendente quindi anche quella Territoriale e Militare.

La lotta di popolo continua.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Nuova in banca contro il signoraggio

PisaToday è in caricamento