rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024

Ospite al Motor Ranch di Valentino Rossi: "Grande onore, Vale è leggenda"

Il pilota pisano Francesco Grillandini è stato a casa del campione con la famiglia

Per chi ha la moto nel dna trovarsi davanti ai big del motomondiale è una grande emozione. E davanti al più forte di tutti, a casa sua, puoi solo dire "è leggenda, è leggenda". Lo ripete Francesco Grillandini, pilota pisano oggi 37enne, quando parla della sua esperienza al Motor Ranch di Valentino Rossi dello scorso sabato 16 aprile. Una Pasqua dolcissima per lui, la sua compagna ed il figlioletto di 4 anni, Nicola, tutti insieme a Tavullia per incontrare il 9 volte campione del mondo. 

Francesco, oltre il suo lavoro, corre da 19 anni ed è già balzato agli onori delle cronache sulle nostre pagine per iniziative benefiche o come quando, per Sky, su due ruote sfidò nello sprint un cavallo. Questa volta c'è solo da celebrare "un grande onore, per chi ama la moto". "E' stato bellissimo - racconta - praticamente sei lì con Vale e gli altri piloti, l'Academy e non solo, parli e scherzi con loro... non sei in disparte, sei proprio ospite. Questa volta c'erano anche Andrea Dovizioso e Lorenzo Savadori. Poi nella gara serale c'erano tutti, anche Luca Marini, Celestino Vietti... ovviamente alla fine ha vinto Vale! Incredibile".

Il Motor Ranch è il campo di allenamento personale di Valentino, "proprio casa sua, è raro poter entrare così", insiste Francesco. "Tutto è partito dall'impianto domotico che ho installato sul suo nuovo yacht, per l'azienda pisana per cui lavoro. Essendo da un po' nel giro, dopo questo contatto ed un amico in comune, sono riuscito ad avere un invito. I piloti, oltre a divertirsi, parlano molto sotto il profilo tecnico, sono rimasto ad ascoltarli con tutti i miei sensi". Un'esperienza unica anche per il piccolo Nicola, che "va già sulle minimoto, una questione di famiglia".

C'è stato spazio anche per un siparietto con Vale, rimproverato dal piccolo Nicola: "Avevo comprato una maglia per farla firmare da Vale. Nicola la voleva per sé, per usarla. Così quando Valentino stava per firmarla gli ha gridato 'no!' e lui 'ma ormai l'ho fatto!', come a dispiacersi. In realtà ne avevo comprata un'altra ancora, ma la scena è stata proprio buffa!". 

Video popolari

Ospite al Motor Ranch di Valentino Rossi: "Grande onore, Vale è leggenda"

PisaToday è in caricamento