'Fridays for Future' di nuovo in piazza: "Attenzione sul trattato di libero scambio Usa-Ue"

Gli ambientalisti annunciano i temi del prossimo presidio in Piazza XX Settembre previsto per venerdì alle 15

Venerdì 21 alle 15 i ragazzi di 'Fridays For Future' di Pisa saranno in Piazza XX Settembre per il consueto presidio per il clima. Questa volta, la mobilitazione intende puntare l'attenzione sul TTIP, il trattato di libero scambio UE-USA, in questi giorni sul tavolo delle trattative, e sui suoi effetti su agricoltura e clima. Contemporaneamente, Fridays For Future Roma sarà in presidio di fronte al Ministero dell'Agricoltura, dopo la recente apertura del ministro Bellanova ai negoziati.

"Vogliamo sapere - affermano gli attivisti- perché l’UE e il Governo italiano stanno aprendo, al di fuori di ogni forma democratica e parlamentare, un canale di negoziato transatlantico che mette in discussione gli standard di protezione sociale, ambientale e di sicurezza alimentare che sono il più grande ostacolo, attualmente, all’arrivo di merci USA potenzialmente nocive per salute e ambiente, ma anche per le produzioni locali. Gli USA sono usciti dall'accordo sul clima di Parigi, diventando i campioni del negazionismo. Nessuna menzione viene fatta in questi trattati del cambiamento climatico, e non contengono nessuna clausola vincolante sulla tutela ambientale. Anzi, gli accordi prevedono addirittura la possibilità per le aziende di fare causa agli Stati per mancato profitto: questo vuol dire che eventuali politiche climatiche che potrebbero intaccare gli interessi degli investitori potrebbero essere oggetto di citazione in giudizio".

Un sistema che potrebbe presentare anche altri problemi secondo gli ambientalisti: "Come se non bastasse, se il TTIP venisse approvato si applicherebbe alle transazioni commerciali UE-USA, agevolando l'arrivo di prodotti da oltreoceano. Questo vuol dire che prodotti americani, spesso caratterizzati da una minore tutela lungo la filiera produttiva, farebbero concorrenza al ribasso ai prodotti locali di qualità, punto di forza del sistema produttivo italiano. Per questo ci associamo alla richiesta di apertura di un tavolo di confronto per avere chiarimenti sull'azione del Governo e invitiamo tutti alla mobilitazione di venerdì 21".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento