menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fugge all'alt, inseguimento e speronamento sulla Tosco-Romagnola

E' successo a Pontedera nel pomeriggio di martedì. Alla guida era un 18enne

Pomeriggio movimentato quello di ieri, 9 marzo, per la Polizia Locale del Comando di Pontedera. Durante i normali controlli del territorio, sulla via Tosco-Romagnola, si è svolto un inseguimento perché un automobilista non si è fermato all'alt, azione che è culminata con uno speronamento ai danni della macchina degli agenti. A finire dei guai è stato un 18enne, residente a Cascina, già noto alle forze dell'ordine.

Tutto è partito dal primo tentativo di fermo del veicolo, una Clio, guidato dal giovane: il mezzo era risultato essere privo di copertura assicurativa, come segnalato dal sistema di videocamera 'Watch dop'. Il 18enne prima rallenta, poi invece accelera e si da alla fuga. Inizia così il lungo inseguimento, con la vettura di testa che tenta manovre repentine e pericolose. Non riesce però a far perdere le proprie tracce. Fra l'altro, nel corso degli accertamenti intanto, viene scoperto che la stessa auto domenica aveva provocato un sinistro stradale in via Vittorio Veneto, fortunatamente senza feriti, senza poi fermarsi per prestare assistenza.

Si sono susseguite le manovre spericolate, mentre la pattuglia chiamava rinforzi. Alla rotatoria nei pressi della nuova Coop, il 18enne imboccata una strada a fondo chiuso. Con un testa coda cerca di tornare indietro, ma si trova la strada sbarrata dalla macchina di servizio. Il conducente cerca comunque di passare e finisce per colpire la vettura nella parte anteriore, fortunatamente senza provocare feriti. Nell'urto la Clio viene fermata ed il giovane bloccato.

Accompagnato presso il Comando, il ragazzo è risultato essere sprovvisto della patente di guida, oltre che della copertura assicurativa. I precedenti di polizia sono per reati contro il patrimonio. Il giovane, residente in Cascina, su disposizione del Pm di turno è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato dell'auto di servizio e sanzionato amministrativamente per tutte le violazioni commesse, per un totale di circa 9mila euro, con relativo di sequestro del veicolo finalizzato alla sua confisca. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Riaperto il Museo della Geotermia di Larderello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento